Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Un volo sopra Genova: aperto il nuovo ascensore di Quezzi

Ha una lunghezza di circa 131 metri di cui i primi 27 in galleria, i successivi 23 “in trincea” e i restanti 81 in modalità sopraelevata

Genova. L’ascensore di Quezzi ha aperto al pubblico e alla prima corsa erano presenti l’assessore alla mobilità del Comune di Genova Anna Maria Dagnino, il presidente della Regione Claudio Burlando, il presidente del Municipio Bassa Valbisagno Massimo Ferrante e l’amministratore unico di Amt Livio Ravera.

Il nuovo impianto sarà da adesso in servizio dal lunedì al sabato, dalle 6.50 alle 19.50. Si tratta di un ascensore inclinato a pendenza variabile, che offre proprio la sensazione di volare sopra alla città e collega via Pinetti a via Fontanarossa, con una fermata intermedia in via Portazza. Ha una lunghezza di circa 131 metri, di cui i primi 27 in galleria, i successivi 23 “in trincea” e i restanti 81 in modalità sopraelevata .

“Oggi apriamo l’ascensore inclinato di Quezzi, una nuova infrastruttura per il trasporto pubblico a disposizione di questo quartiere molto popoloso – sottolinea l’assessore Dagnino – Si tratta di un impianto tecnologicamente molto avanzato e sostenibile. Ha tre stazioni, in via Pinetti, via Portazza e via Fontanarossa; quest’ultima è la stazione superiore a cui si arriva dopo aver superato due tratti a pendenze diverse con un impatto molto suggestivo e panoramico. La caratteristica dell’impianto, il suo essere soprattutto ‘fuori’ anziché scavato in galleria, sposa con molto rispetto la verticalità delle colline genovesi, rendendo bene l’idea della quota a cui si arriva guardando il mare. Il nuovo impianto si colloca nella tradizione del trasporto genovese. Genova verticale è caratterizzata da una ricca gamma di ascensori e funicolari che servono i diversi livelli della città accanto al tradizionale bus. Nella storia questo tipo di strutture erano collocate al centro della città, questa volta l’ascensore è stato collocato, con una scelta importante, in un quartiere periferico e popoloso”.

Da sottolineare che l’ascensore è dotato di pannelli fotovoltaici per l’alimentazione dell’illuminazione della cabina e della ventilazione e rispetta la normativa vigente in materia di abbattimento barriere architettoniche.