Sospettato di pedofilia per aver offerto ciliege ai bambini, ma non è vero: la famiglia sporge denuncia - Genova 24
Quinto

Sospettato di pedofilia per aver offerto ciliege ai bambini, ma non è vero: la famiglia sporge denuncia

La sua foto era stata diffusa su Facebook con un messaggio di "allarme"

Quinto al Mare

Quinto. “Tipo sospetto ai giardini. E’ stato visto anche in piazza Martinez. Avvertite subito la polizia se lo vedete”.  Questo l’allarme lanciato da alcuni genitori, che hanno fatto girare la foto dell’uomo su Facebook, dopo che lo avevano avvistato nella zona dei giardini di Quinto mentre mangiava ciliege e le offriva ai bambini.

I genitori si sono anche rivolti al commissariato di Nervi, tanto che i poliziotti hanno fermato il 65enne, ma nei suoi confronti non è stato emesso nessun provvedimento visto che non ha fatto nulla se non offrire ciliegie.

La reazione della famiglia dell’uomo non è tardata ad arrivare. “Dopo la condivisione di questo link, che incolpava ingiustamente, onde evitare situazioni pericolose, dopo essermi accertata dalla polizia di Nervi, della estraneità da parte di mio cognato del grave reato che gli veniva a lui attribuito, ho dovuto sporgere denuncia presso la questura – scrive sulla pagina Facebook la cognata – Semplicemente perché chiunque dovesse incontrarlo possa fargli del male per una cosa non commessa come violenza sui bambini. Chi avesse dubbi è pregato di rivolgersi personalmente alle autorità esponendo quanto dichiarato dalla sottoscritta e non permettersi di infamare né minacciare senza avere le giuste informazioni”.

A testimonianza di quanto scritto, sulla pagina Facebook della donna è anche stata postata la foto della denuncia.