Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie D. Il Sestri Levante vince e spera nella promozione diretta. Un RapalloBogliasco irresistibile condanna il Derthona

I corsari raggiungono la vittoria col Chieri nel finale e possono ancora sperare nella promozione diretta. Il RapalloBogliasco vince col Derhona ed è a +8 sul Sancolombano. La Lavagnese ottiene un buon pareggio a Caronno.

Il Sestri Levante agguanta il secondo posto in classifica sconfiggendo il Chieri nello scontro diretto fra seconda e terza in classifica. I corsari dimostrano di essere una delle squadre più in forma di questo finale di stagione. Complice un calendario malandrino, i rossoblu si sono ritrovati a giocarsi lo scontro diretto che, al momento, consentirebbe loro di accedere direttamente alla finale playoff. Il primo tempo vede in campo due formazioni che si conoscono e si temono. Ne viene fuori una partita che vede la prima frazione ad appannaggio degli ospiti che dominano il campo con un possesso palla continuo. Poche o nulle, però le occasioni dalle parti di Stancampiano. La ripresa offre più azioni offensive al pubblico del Sivori. I rossoblu guadagnano metri, e approfittano dei primi segnali di stanchezza dei piemontesi. Ciònonostante la prima occasionissima è del Chieri che colpiscono la traversa con Valenti. L’occasione sveglia i corsari che chiudono gli avversari nella propria metà campo, e colpiscono un palo con bomber Longobardi. Il numero nove diventa poi l’idolo della tifoseria quando, a due minuti dal termine del match si presenta a tu per tu con un difensore chierese. L’attaccante lo disorienta con due finte per poi superarlo agilmente e incrociare il tiro che supera il portiere ospite Tunno e si insacca nell’angolino.

Per i ragazzi di Baldini la gioia è incontenibile. Il Chieri si mangia le mani, e ora può sperare solo in un eventuale secondo posto. Il Sestri invece rimane a tre punti dalla capolista Cuneo. Le speranze di  promozione diretta sono poche (ai piemontesi basta un pareggio con la Caronnese), ma ci sono.

Di fronte avranno, però un avversario scomodo, il Sancolombano che lotta per arrivare allo spareggio con un’altra ligure, il RapalloBogliasco.

Proprio i rapallesi, a proposito di calendario emblematico, andranno a Chieri nell’ultimo turno. I bianconeri di Soda hanno salutato il proprio pubblico con una bella vittoria su un Derthona diventata la terza squadra retrocessa. Al Macera i rapallesi scendono in campo consapevoli di essere in gran forma (una fase positiva che dura dal 29 marzo scorso). Dopo la vittoria nello scontro diretto del turno precedente con il Sancolombano, la vittoria con un quasi spacciato Derthona avrebbe consentito ai ragazzi di Soda di arrivare all’ultima giornata almeno con sei punti di vantaggio sui lombardi. A Rapallo, però i leoncelli alessandrini arrivano con un piglio battagliero, schierando una formazione giovane e volenterosa. I bianconeri mettono subito le cose in chiaro con Taddeucci che riceve palla sul vertice destro dell’area piccola, ma calcia addosso al portiere. Al 15° è Toledo a calciare a giro dalla sinistra, ma questa volta è la traversa a dire di no ai rapallesi. Al minuto 22° arriva il vantaggio con Zivkov che realizza un rigore contestato dagli ospiti e guadagnato da Costantino che, infilatosi fra due uomini cade, toccato probabilmente da Chirico.

Al 27° l’unica vera occasione dei tortonesi, con un tiro di Pellegrino dall’interno dell’area dopo un batti e ribatti. Ottimo Di Barbaro a respingere. La partita si mette in discesa poi quando Cavaglià rifila un colpo a Moresco a palla lontana, beccandosi l’inevitabile rosso diretto. Poco dopo Taddeucci colpisce una traversa clamorosa colpendo in corsa da due passi, la palla sbatte sul legno e poco fuori dalla linea di porta. Nella ripresa i rapallesi controllano il gioco anche se Chirico impegna Di Barbaro su punizione nella seconda occasione tortonese. Il raddoppio arriva al 72° con una perla di Toledo che di esterno destro pesca Taddeucci in area di rigore che colpisce di testa per i definitivo 2-0.

Gli incroci dell’ultimo turno vedranno il RapalloBogliasco scontrarsi con il Chieri, antagonista del Sestri Levante per il secondo posto. I rapallesi vedono la salvezza diretta sempre più vicina, visto che proprio i corsari affronteranno il Sancolombano che non deve perdere per giocarsi lo spareggio.

Una Lavagnese spensierata pareggia contro una Caronnese sicura dei playoff, che nell’ultimo turno potrebbe fare un gran favore al Sestri Levante battendo il Cuneo.
A Caronno Pertusella scendono in campo due squadre dalle motivazioni diverse. Parte meglio la Caronnese che crea molto, ma concretizza poco. Per quasi mezzora i rossoblu controllano il campo con autorevolezza. È la Lavagnese, però a passare in vantaggio alla prima occasione. Al 27° Marianeschi si libera al limite dell’area saltando il diretto avversario e fa partire un preciso destro che si infila nell’angolino basso per il vantaggio bianconero. Il pareggio dei locali arriva, però dopo soli 5 minuti. L’arbitro vede un fallo su Moretti in area e fischia un generoso calcio di rigore. È lo stesso Moretti che dagli undici metri realizza il provvisorio pareggio. La Caronnese continua il forcing offensivo, mentre i lavagnesi puntano tutto sui contropiedi. Il vantaggio lombardo arriva nel secondo tempo, al 55° è Barzotti che serve un gioiello a Corno che da pochi passi batte l’incolpevole Parma. Il gol scuote i liguri che si rianimano e cercano il pareggio con insistenza. Vengono premiati da un’incursione di Di Leo che anticipa il difensore e batte Del Frate con un preciso tiro che batte sul palo interno e si insacca.

Soddisfatto mister Dagnino, per una Lavagnese che sta onorando il campionato fino alla fine. Nell’ultimo turno i bianconeri saluteranno il pubblico del Riboli contro un’altra squadra che non ha più nulla da chiedere al campionato, l’Oltrepovoghera.