Al gup

Processo Carige, la nuora di Berneschi chiede patteggiamento a 2 anni e 3 mesi

Genova. Due anni e 3 mesi di reclusione e adesione al sequestro per equivalente di beni per 1,3 mlm di euro: è questa la proposta di patteggiamento avanzata al gip di Genova Teresa Rubini dalla difesa di Francesca Amisano, nuora e coindagata dell’ex patron di Banca Carige Giovanni Berneschi.

La richiesta di patteggiamento à stata avanzata questa mattina nel corso della quintagiornata dell’udienza preliminare a carico di Berneschi e di altre 9 persone accusate tutte a diverso titolo di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e al riciclaggio. La richiesta di patteggiamento ha avuto parere favorevole del pubblico ministero Nicola Piacente.

Durante l’udienza i legali di altri due indagati, l’imprenditore Ferdinando Menconi e Ippolito Giorgi di Vistarino hanno sollevato eccezione di competenza territoriale a favore del giudice di Milano. Stessa eccezione è stata sollevata dal collegio di difesa del commercialista di Berneschi, Andrea Vallebuona che ha anche ipotizzato la competenza del giudice di Padova in quanto l’ultimo episodio presunto di riciclaggio si è verificato proprio a Padova. Il giudice ha aggiornato l’udienza al 27 maggio.

Più informazioni
leggi anche
  • Snodo cruciale
    Il giorno di Carige, mille azionisti al Porto Antico e Berneschi in tribunale
  • Maxi truffa
    Processo Carige, procura chiede 6 anni per Giovanni Berneschi