Cronaca

Genova, cartello intimidatorio sulla macchina del responsabile del Blocco Studentesco

Genova. Questa mattina uscendo dalla propria abitazione il responsabile genovese del Blocco Studentesco ha rinvenuto un cartello dal contenuto intimidatorio sulla propria auto.

“Il cartello, un semplice pezzo di cartone infilato tra i tergicristalli, suggerisce al responsabile di ‘fare attenzione’ – si legge in una nota di CasaPound Liguria – Questo gesto, un vero e proprio tentativo d’intimidazione che ricalca metodi mafiosi, non è però il primo nel suo genere, anzi, è solo l’ennesimo di una serie sempre più lunga di ‘avvertimenti’ ad personam. Tuttavia in tal modo non è stato testimoniato altro che lo stato di estrema debolezza in cui versano i vari gruppi e gruppetti antifascisti, che a quanto pare pensano, con queste manovre, di poter chiudere la bocca di chi canta fuori dal loro coro”.

“Probabilmente la crescita costante del movimento, fuori e dentro le scuole, ha spaventato qualcuno. Qualcuno che però, di certo, non riesce a spaventare noi: un fiume in piena non si può fermare”, termina la nota.