Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Costa Concordia, il capo dei piloti John Gatti: “Su una vecchia sdraio ho avvertito lo spirito della nave” fotogallery video

Gatti ha spiegato nel dettaglio le fasi in cui il trasferimento ha comportanti maggiori difficoltà

Genova. “Quando questa notte mi sono seduto su una vecchia sdraio per riposare un po’ in vista della manovra di questa mattina ho avvertito lo spirito della Costa Concordia”. Lo ha detto John Gatti, capo dei piloti del porto di Genova, che ha coordinato le operazioni di trasferimento del relitto della Costa Concordia dalla diga del Vte all’area dell’ex superbacino nel porto di Genova.

La fine dell'ultimo viaggio della Costa Concordia

“Mette tanta tristezza, soprattutto per noi che siamo gente di mare, un po’ come quel vecchio relitto che vedete laggiù sulla diga – ha detto indicando una vecchia imbarcazione abbandonata – che prima o poi sarà demolito ma per noi rappresenta un pezzo di storia”.

Gatti ha spiegato nel dettaglio le fasi in cui il trasferimento ha comportanti maggiori difficoltà, vale a dire l’ingresso nel porto di Genova e soprattutto l’ormeggio “a causa degli spazi stretti e dei bassi fondali, ma avevamo studiato tutto molto bene e insieme alla capitaneria di porto e a Drafinsub abbiamo monitorato costantemente la situazione e tutto si è svolto per il meglio. Una manovra che da terra poteva sembrare anche semplice, ma non è stato esattamente così”.