Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Promozione, girone A: il Borzoli a Varazze per salvare la stagione

Primo atto dei play out

Più informazioni su

Genova.  Tre savonesi e una genovese, si giocano – nella gara di andata – due posti nella lista di iscrizione del campionato di Promozione della prossima stagione.

Bragno e Borzoli, in virtù del miglior piazzamento in classifica, hanno il duplice vantaggio di poter giocare la prima in trasferta, oltre alla possibilità di impattare la somma dei due risultati, mentre Ceriale e Varazze necessitano della vittoria in una delle due sfide ed almeno del pareggio nell’altra.

Il Bragno va a Ceriale, con l’obiettivo di tornare indenne dalla trasferta : “Finalmente ci siamo – inizia il bomber bormidese Cristian Cattardico – è stata una lunga settimana, che è servita a lavorare sulle problematiche, che troveremo in partita”.

“Stiamo fisicamente bene – continua – e siamo certi di potercela fare… non solo per via della migliore posizione in classifica, che ci privilegia (ma allo stesso tempo sconsiglia l’uso di troppi calcoli). La tranquillità viene dal fatto che ultimamente il nostro gioco è migliorato, per cui contiamo di uscire imbattuti dal campo di Ceriale, per poi sfruttare il fattore campo sul “Ponzo” nella gara di ritorno.”

Marco Mambrin, tecnico del Ceriale, punta sull’organizzazione tattica dei suoi reparti : “Durante tutto l’arco del torneo, abbiamo sempre privilegiato il bel gioco e anche questa volta affronteremo la partita a viso aperto, come è nel nostro DNA. Il Bragno è andato spesso in sofferenza nelle gare in trasferta, per cui dovremo sfruttare questa debolezza e poi esprimerci in Val Bormida sui buoni livelli usuali per noi fuori casa”.

“A parte gli infortunati lungo-degenti, Haidich ed Oberti – continua Mambrin – la squadra è al completo… motivata come non mai e desiderosa di ribaltare il pronostico avverso”.

Stessa mozione d’intenti per Luca Calcagno, centrocampista del Varazze : “Partire sfavoriti, per via del peggior piazzamento, ci responsabilizza ulteriormente. E’ l’ora di tirare fuori gli ‘attributi’ e trovare, in queste due gare, quella continuità di rendimento, che ci è mancata in campionato. Per fortuna rientrano tutti, infortunati e squalificati e a questo punto vogliamo, con tutte le nostre forze, centrare l’obiettivo, facendo leva sulla forza granitica del gruppo… in un partita che durerà 180 minuti”.

A Borzoli, non vedono l’ora di scendere in campo, per continuare sulla scia di risultati (3 vittorie e 2 pareggi) che hanno permesso alla squadra genovese di tirarsi fuori da una pericolosa situazione di classifica.

Roberto Varlani, direttore generale dei sestresi, dice convinto che la squadra riuscirà, seppur tra mille fatiche, a superare le forche caudine, rappresentate da queste partite : “Dopo un buon girone di andata, la squadra, anche a causa dei tanti infortuni (uno su tutti il forte Pasqui), ha perso l’identità, ritrovata comunque con l’arrivo in panchina di Aldo Repetto, che ha lavorato bene, al punto di imbastire la rimonta finale”.

“La sfida potrebbe decidersi anche all’ultimo secondo – continua Varlani –e abbiamo la convinzione che emergeranno le nostre qualità tecniche e morali, quelle che ci daranno un ‘quid’ in più, necessario per potercela fare, anche con una squadra forte e blasonata come il Varazze… insomma, uomini come Rosati, Pasqui, Gazzano, hanno la capacità di risolvere la partita a nostro favore”.