Calcio, Eccellenza: Raiola goal, la Sestrese supera il Quiliano, novanta minuti la separano dalla salvezza - Genova 24
Andata play out

Calcio, Eccellenza: Raiola goal, la Sestrese supera il Quiliano, novanta minuti la separano dalla salvezza

Tangredi e compagni ipotecano la salvezza

Quiliano-Sestrese

Quiliano.  Un goal realizzato, dopo appena un minuto di gioco, dall’ex di turno, Stefano Raiola, avvicina in modo determinante la Sestrese alla salvezza.

Il Quiliano dovrà compiere un autentico “miracolo”, se vorrà mantenere la categoria, tenuto tra l’altro conto del fatto che ha terminato la gara in otto uomini, ragion per cui tre “titolari” salteranno per squalifica la gara di ritorno.

Agli ordini del arbitro sig. Costa di Chiavari, decisamente eccessivo nella distribuzione dei cartellini, le due squadre si presentano al fischio d’avvio davanti ad un folto pubblico.

I padroni di casa vengono schierati da mister Monte con un 4-2-3-1, che prevede la presenza di Nucci tra i pali, il quartetto difensivo composto da Giguet, capitan Dal Piaz, Teodoro e Salani; Hublina e Damonte sono i due centrocampisti centrali, Albarello, Uruci e Federici le tre mezze punte, dietro al vertice alto Romeo.

La Sestrese risponde con un classico 4-4-2, con Rovetta in porta, Fabris, Ferraro, capitan Tangredi e Galluccio sulla linea difensiva; Merialdo e Longo come esterni alti; Geraci e Mossetti nei ruoli di centrocampisti centrali ed infine Piroli e Raiola ad attaccare gli spazi.

Le lancette dei secondi dell’orologio hanno appena fatto un giro e già la formazione genovese passa in vantaggio… è Albarello a sbagliare un passaggio a centrocampo, intercettato da Mossetti, che verticalizza subito per Raiola, abile a sfruttare l’incerto piazzamento difensivo dei savonesi e ad infilzare il portiere locale Nucci.

Per il Quiliano è una doccia fredda, cui è difficile reagire…

Al 3° Nucci rischia l’espulsione per un fallo sullo scatenato Raiola, ma poi la susseguente punizione di Mossetti non crea problemi.

Al 7° sassata da fuori area di Romeo, che esce di un niente; lo stesso possente attaccante fallisce un minuto dopo l’appuntamento con il goal.

Al 28° il portiere verde-stellato Rovetta si infortuna ed è sostituito tra i pali da Retteghieri.

Al 29° e al 30° vengono ammoniti Teodoro e Romeo per falli su Raiola e Galluccio.

E’ un buon momento per le aquile savonesi, che al 35° sfiorano il pari… un fendente di Romeo (su punizione) viene respinto dall’estremo difensore genovese, ma Hublina, da posizione favorevole, fallisce il “tap in” vincente.

Al 36° mister Biffi si vede costretto al secondo cambio : Longo, claudicante, viene sostituito da D’Ambroso, che si fa subito notare per un’ammonizione ricevuta dal sig. Costa due minuti dopo.

Nei minuti finali del primo tempo, vengono ammoniti il savonese Dal Piaz e il genovese Mosetti per scorrettezze.

Si va al riposo con un Quiliano che ha pagato a carissimo prezzo l’errore di inizio partita e con una Sestrese quadrata, tra le cui fila spiccano l’attaccante Raiola (beccato dal pubblico di casa), i centrocampisti Mossetti e Merialdo e il difensore Tangredi, che guida con calma ed esperienza la sua retroguardia.

Anche l’inizio della seconda frazione di gioco inizia con l’ennesimo cartellino giallo, mostrato in faccia al quilianese Giguet dal fiscale direttore di gara, mentre al 50° Mossetti impegna severamente Nucci.

Al 55° ancora un cartellino giallo, decretato dal sig. Costa, questa volta ai danni del sestrese Fabris, con i genovesi che protestano a lungo per un’entrata, a loro dire, con i gomiti un po’… alti di Albarello su Mossetti.

Al 60° Monte sostituisce Uruci con De Marinis, mentre al 62°, in un colpo solo, ecco l’ammonizione del numero 11 del Quiliano, Damonte e l’espulsione per proteste di mister Biffi della Sestrese.

Al 65° un’altra ammonizione (alquanto dubbia) ai danni di Romeo, costa all’ attaccante il doppio cartellino e la conseguente uscita dal campo.

Al 66° Retteghieri si supera, andando a deviare una conclusione di Hublina.

Al 67° nella Sestrese entra Buffo per Galluccio e un minuto dopo Piroli chiama agli straordinari Nucci.

Al 69° il Quiliano fa entrare Arrighi per Giguet.

All’ 81° De Marinis sfiora il pari con una sciabolata da fuori area.

All’ 85° terzo cambio per i savonesi : Freccieri entra per Federici.

Nei minuti finali tornano i cartellini in mano al direttore di gara, che al 90° ammonisce il sestrese Merialdo, reo di proteste per una “entrataccia” di Teodoro (cui spetta il secondo giallo e relativo cartellino rosso) su Raiola.

Poco dopo, lo stesso attaccante viene falciato da Salani, che prende al 93° la via degli spogliatoi, oggetto della terza espulsione decretata contro i biancorossi.

Il fischio finale premia, dunque, la Sestrese, che vede la salvezza vicina… ma Giovanni Trapattoni sentenzierebbe “non dire gatto, se non ce l’hai nel sacco”.