Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Taekwondo, Genova è pronta ad ospitare la Coppa Italia a squadre regionali

Sabato 11 e domenica 12 aprile va in scena "The Olympic Dream Cup"

Genova è pronta, ancora una volta, a vestirsi a festa per ospitare un altro grande evento del taekwondo. Sabato 11 e domenica 12 aprile il 105 Stadium ospiterà la Coppa Italia, “The Olympic Dream Cup”, appuntamento che porterà nel capoluogo ligure circa quattrocento atleti: si tratta dei migliori giovani (Cadetti e Junior) in arrivo da tutta Italia e pronti a difendere, nel migliore dei modi, i colori della propria rappresentativa regionale.

Si amplia così il capitolo dei grandi appuntamenti sul territorio genovese e liguri dopo i Campionati Italiani Speranze 2004, i Campionati Italiani Cinture Nere Seniores e Juniores di combattimento 2007, i Campionati Italiani Seniores Cinture Nere 2009 sempre di combattimento, i Campionati Europei di Forme 2011 e i Campionati Italiani Juniores Nere 2013.

Il taekwondo, sport olimpico (dimostrativo da Seoul 1988 e nel medagliere da Sidney 2000), sta prendendo quota in maniera straordinaria, in Italia, con i suoi circa 30.000 tesserati (15.000 agonisti), frutto anche della grande attività promozionale successiva alle medaglie di Mauro Sarmiento (argento a Pechino 2008 e bronzo a Londra 2012) e Carlo Molfetta (oro a Londra 2012). In Liguria, con 22 società e oltre 1000 tesserati per la Fita, si assiste ogni anno ad una crescita quantitativa e qualitativa.

Siamo orgogliosi di poter ospitare anche la Coppa Italia e sin d’ora mi preme ringraziare tutto lo staff di volontari, grandi appassionati della nostra disciplina, che sta sacrificando ore importanti del proprio tempo libero affinché quest’evento costituisca, ancora una volta, uno straordinario veicolo di promozione per il Taekwondo in Liguria – afferma la presidente regionale Laura Toma, dal 2013 alla guida di Fita Liguria dopo la gestione Trovarelli -. Vogliamo ricambiare nel modo migliore la fiducia accordata dalla Federazione sotto il punto di vista logistico e tecnico e, parallelamente, organizzare un appuntamento che sia indimenticabile nella storia sportiva di tanti giovanissimi atleti. Per quel che riguarda la nostra squadra, posso dire che abbiamo raggiunto un grande livello e mi piacerebbe vedere molti dei nostri giovani sul podio sabato e domenica prossimi”.

Per Pietro Fugazza, vicepresidente Fita Liguria, dichiara: “La Federazione punta molto su quest’evento al punto tale da chiamarlo Olympic Dream Cup. Sarà un’occasione importante per i tecnici della Nazionale per vedere all’opera le nuove leve. La Fita tiene i giovani sotto constante osservazione, in ottica nazionale e, perché no, anche olimpica. La Liguria? Tra le regioni del nord abbiamo sempre primeggiato, la sfida sarà importante con il Sud perché lì il taekwondo si é sviluppato prima. Non dimentichiamo, poi, il forte aspetto promozionale. Gli atleti, in arrivo da tutta Italia assieme a tecnici, dirigenti, soggiorneranno tre giorni nella nostra città e potranno vederla accompagnati da genitori. Ci aspettiamo tanto pubblico”.

Sandro Cappello, coordinatore tecnico regionale, sottolinea la preparazione della squadra: “Abbiamo avuto un anno per prepararci al meglio, dopo il quinto posto del 2014. Siamo cresciuti molto, piazzandoci sempre primi tra le regioni del Nord. Portiamo 30 ragazzi e 3 medaglie d’oro agli ultimi campionati italiani e sicuramente siamo rispettati, per non dire temuti…”.

“Una grande festa per tutti, perché Genova sa esser accogliente ed aperta al turismo – afferma Pino Boero, assessore comunale allo sport -. Sono in crisi gli impianti, non l’attività sportiva genovese. Ragazzi e federazioni funzionano, vanno ringraziati, è bello sapere che 100 mila su 600 mila abitanti genovesi praticano sport! Manteniamo la nomea di città sportiva”.

In rappresentanza del Coni Liguria, il vicepresidente Alberto Bennati dice: “Genova ha dimostrato capacità organizzative importanti, siamo sempre alla ricerca di nuove attività e speriamo di essere premiati con migliori impianti. Il taekwondo ha fatto passi da gigante; un plauso per aver scelto Genova, ennesima occasione per dimostrare la bontà dello spirito della nostra città”.

“The Olympic Dream Cup” vedrà la Liguria protagonista anche sui quadrati di gara grazie alla squadra ben allestita dal coordinatore tecnico Sandro Cappello assieme a Pietro Fugazza e Giovanni Caddeo. Nella categoria Cadette (2001-2003), le convocate sono Brigida Bernardi, Gaia Gavarone, Greta Peyrone, Giorgia Pirino e Irene Salomone. Tra i Cadetti, invece, fari puntati su Lorenzo Fraguglia, Lorenzo Rota, Andrea Fossa, Yago Campanella, Diego Campanella, Moreno Monticelli e Simone Colletti.

Tra le Junior (1998-2000) spicca la pluricampionessa italiana, già azzurra, Giulia Monteforte, convocata assieme a Giulia Corsanego, Alice Manca, Annalisa Vignola, Vingelle D’Agostino, Giulia Franchetti, Federica Molinari ed Erika Capozza. Per la Liguria, tra gli Junior, ci saranno Daniel Bona, Alessandro Pileri, Andrea Tiziano, Nicolò Dodero, Valerio Magno, Mauro Fausili, Francesco Russo, Alessandro Garilli e Daniel Trapani.

Giulia Monteforte (Scuola Taewondo Genova), Greta Peyrone (Scuola Taekwondo Genova) e Moreno Monticelli (Sport Village) sono reduci dagli importanti successi tricolori e, nel corso della conferenza stampa di presentazione nel salone d’onore della Casa delle Federazioni, sono stati premiati dal Comitato regionale.

Il programma dell’evento prevede venerdì 10 aprile il peso degli atleti Cadetti tra le ore 16 e le 19. Alle 18 la riunione degli ufficiali di gara, alle 19 l’incontro tra presidenti e tecnici di tutte le rappresentative regionali. Dalle 9 di sabato 11 al via tutti i confronti per i Cadetti mentre alle 15 si terrà lo spettacolo della sfilata di apertura con gli interventi delle autorità istituzionali. Tra le 16 e le 19 il peso degli atleti Junior. Domenica 12 aprile le sfide Junior inizieranno a partire dalle 8,30.