Come per berlusconi

Renzi a Genova, Bruno invita alla contestazione: “Appendete le mutande alle finestre”

"Il Comune cancella le scritte sui muri contro Renzi, mettiamo le mutande?"

mutande

Genova. Mutande alle finestre per “salutare” Matteo Renzi. A ventiquattro ore dalla visita del Presidente del Consiglio, l’invito alla contestazione a suon di biancheria intima arriva dal candidato a presidente della Regione di Altra Liguria Antonio Bruno.

Un’iniziativa che potrebbe replicare la contestazione riservata all’allora premier Silvio Berlusconi, che, a Genova nell’ormai lontano 2001, si lamentò per il bucato steso fuori
dalle abitazioni e chiese sparissero per i giorni del G8. La risposta dei genovesi fu a base di
mutande e lenzuola appese alle finestre.

“Il Comune di Genova – ha spiegato Bruno – cancella le scritte sui muri contro Renzi nel percorso che domani il premier farà nella nostra città. Mettiamo le mutande alle finestre?”.

leggi anche
Matteo renzi genova costa concordia
Nel pomeriggio
Martedì Renzi in visita ai cantieri di Bisagno e Fereggiano, poi in Regione a chiudere la ‘partita’ della messa in sicurezza

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.