Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Playoff scudetto, gara 2 a Sori. Prian: “Cercheremo di limitare ancora di più il passivo”

Bogliasco. Arriva gara 2 dei quarti di finale. Domani la Rari Nantes Bogliasco renderà la visita alla Pro Recco, alla “Comunale” di Sori, inizio ore 20,30, arbitri Daniele Bianco e Calabrò, commissario Costa.

La volontà è quella di migliorare la prestazione di mercoledì scorso, limitare maggiormente il passivo e prepararsi già alla prossima sfida. Il programma lo traccia Edoardo Prian, numero uno della Rari Nantes Bogliasco.

Pronti per affrontare gara 2? “Certo. Ce la metteremo tutta come abbiamo fatto mercoledì. Tre tempi giocati quasi alla parti, nell’ultimo abbiamo un po’ ceduto. Peccato. Domani cercheremo di limitare ancora di più il passivo”.

Tu dalla porta cosa hai visto? “Che a uomini pari abbiamo giocato bene, ottima la zona, senza subire contropiedi né regalare palloni. Davanti tranquilli, larghi, abbiamo conquistato tre rigori ed un buon numero di espulsioni. Prestazione positiva. E se mi avete visto arrabbiato è perché ci tengo, poi passa tutto”.

Il rigore sbagliato o parato? “Palo, ma il fatto di avere intuito, con campioni come loro, è già parecchio“.

Quando li vedi arrivare, che puntano la porta che difendi, cosa pensi? “Che se non giochi al massimo finisce che non basta il tabellone per contare i gol“.

E domani che partita sarà? “Vogliamo ripeterci, come determinazione, ed eliminare gli errori che abbiamo commesso”.

Sono arrivati i loro complimenti a cominciare da mister Milanovic. “Fa piacere. In noi è cambiato l’approccio. Qualche vittoria ha dato il giusto morale, ci siamo tolti dalla zona calda della retrocessione in fretta, abbiamo cominciato a vedere i playoff, li abbiamo raggiunti ed ora con la testa libera, senza pressioni, riusciamo ad esprimere una bella pallanuoto”.

Ed ora? “Cominciamo a pensare al prossimo turno, non sappiamo se contro Savona o Verona. Sognare non è proibito quindi ci saremo anche noi a giocarci il quinto posto“.

Tu come stai? “Sono contento. Durante la stagione sono migliorato, grazie alla società che mi ha dato l’opportunità di giocare ad altissimo livello, al mister ed ai miei compagni. Pienamente soddisfatto”.

Il giocatore del Recco più pericoloso al tiro? “Mercoledì non era in acqua: Pietro Figlioli. Ma sono sincero, uno vale l’altro, italiani e stranieri, tutti fenomeni”.

Il più pericoloso del Bogliasco? “Il nostro mancino, De Trane, adesso è in forma ed ha un gran tiro. Anche Edoardo Di Somma che si sta riprendendo alla grande”.

Ci vediamo domani a Sori. “Certo, ci saremo e forza Bogliasco“.