Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Playoff scudetto, gara 1: il Bogliasco lotta, la Pro Recco vince

Bogliasco. Nella splendida cornice della “Vassallo” si gioca gara 1 dei quarti di finale dei playoff scudetto. La piscina di Bogliasco è sempre ostica e senza dubbio di difficile interpretazione. Vuoi il tifo assordante degli Irriducibili sugli spalti, vuoi la conformazione stessa della vasca che non dà riferimenti.

Fatto sta che la Pro Recco parte con il freno a mano tirato, nonostante le due incursioni in controfuga di Giacoppo e Prlainovic che portano i biancocelesti sul +2. Ma il Bogliasco non si arrende e con l’uomo in più è Di Somma, Edoardo, ad accorciare le distanze.

Aicardi, a pochi minuti dal termine del primo tempo, si procura un ottimo rigore e dalla linea immaginaria dei cinque metri va Prlainovic che tira potente, però la sfera impatta sul palo. I padroni di casa prendono coraggio e suonano la carica ma le loro iniziative si infrangono sulla forte difesa o sulle mani di Tempesti.

Sul finire di tempo sono ancora i biancocelesti a farla da protagonisti con un funambolico Giacoppo e un precisissimo Gitto.

La seconda frazione parte veloce e con il primo uomo in più del set Pijetlovic non perdona e porta la Pro Recco sul +4 (1-5). De Trane segna il secondo gol per i padroni di casa, ma Prlainovic, ben servito dalla triangolazione con Gitto e Giorgetti, va a rete per il 2-6.

Il Bogliasco lotta e combatte; ad un minuto dalla metà gara Deserti conquista la massima punizione ai danni di Gitto e De Trane supera Tempesti per il 3 a 6.

All’inizio del terzo parziale è ancora Giacoppo ad andare a rete con la personale tripletta. Continuano i tiri di rigore e sia Edoardo Di Somma che Giorgetti non sbagliano.

Ma la parte da attore principale la interpreta Guidaldi quando, sul finire di tempo, attacca prima Tempesti poi Fondelli e, dopo aver conquistato la sfera, la scaraventa in porta di rovesciata battendo Tempesti.

Si comincia con l’ultimo tempo e la Pro Recco ingrana la quarta: Lapenna in controfuga, dopo aver fatto cadere Prian (autore di una buona prestazione), deposita in rete dove l’estremo difensore bogliaschino non può arrivare; stessa cosa Figari che dalla distanza fulmina il portiere di casa.

Passano ben cinque minuti in cui le due formazioni non si pungono, la gara è nuotata e molto fisica ma non si segna. Ci pensano prima Fondelli e poi Gitto (dopo un assist pennellato al contagiri da Di Fulvio) ad andare a rete.

Non c’è più tempo per giocare, la sirena del quarto tempo suona e il risultato si ferma sul 6-13 in favore della Pro Recco.

Appuntamento per gara 2 sabato 25 aprile alle ore 20,30 alla “Comunale” di Sori, arbitri Daniele Bianco e Calabrò, commissario Costa.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Pro Recco 6-13
(Parziali: 1-4, 2-2, 3-3, 0-4)
Rari Nantes Bogliasco: Prian, De Trane 3, A. Di Somma, Gavazzi, E. Di Somma 2, Ravina, Loomis, Monari, Novara, Guidaldi 1, Guidi, Deserti, Insollitto. All. Bettini.
Pro Recco: Tempesti, Lapenna 1, Prlainovic 2, Pijetlovic 1, Giorgetti 2, Felugo, Giacoppo 3, Di Fulvio, Figari 1, Fondelli 1, Aicardi, Gitto 2, Pastorino. All. Milanovic.
Arbitri: Piano e Petronilli. Commissario Fin: Tedeschi.
Note. Superiorità numeriche: Bogliasco 1 su 9 più 3 rigori segnati, Pro Recco 4 su 9 più 2 rigori di cui 1 fallito. Usciti per tre falli: nessuno.