Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Semine” primaverili: oltre 28 quintali di trote nei torrenti della Provincia di Genova

Genova. Semine primaverili di trote nei torrenti. La Città Metropolitana di Genova immetterà oltre 28 quintali (520 chili di trote fario e 2.350 chili di trote iridee) di salmonidi “pronta pesca” il 21 e 22 aprile prossimi, come stabilito dalla commissione consultiva per la pesca nelle acque interne per soddisfare le richieste di quelle zone del territorio che anziché effettuare tutti i ripopolamenti ittici a febbraio (quando erano stati immessi 38 quintali di salmonidi) hanno preferito suddividerli in due periodi, invernale e primaverile.

Per le immissioni è stato istituito un divieto di pesca temporaneo – dalle 19 di lunedì 20 sino alle 6,30 di sabato 25 aprile – soltanto nei corsi e specchi d’acqua dove si svolgeranno le semine: sono i laghi del Brugneto, Pian Sapeio e Giacopiane e i torrenti Bisagno, Polcevera, Stura, Varenna, Gorsexio, Acquasanta, Lerone, Rumaro, Riccò, Verde, San Martino, Sturla di Borzonasca, Malvaro, Lavagna, Petronio e Graveglia.

Il divieto temporaneo di pesca non riguarda le zone turistiche di pesca di questi bacini perché escluse dai ripopolamenti. La legge regionale 8/2014 consente di pescare con la sola ricevuta del versamento annuale (c/c 11491164 intestato a ‘Regione Liguria, tasse e soprattasse, licenza pesca Città metropolitana di Genova’, causale ‘licenza di pesca dilettantistica di tipo …..’) completa dei dati anagrafici con luogo, data di nascita e indirizzo del
pescatore, unita a un documento di riconoscimento e al tesserino segnacattura del 2015.

Per i ragazzi e le ragazze sotto i 16 anni bastano la carta d’identità e il tesserino segnacattura. Le licenze di pesca rilasciate prima dell’entrata in vigore della legge regionale 8/2014 restano comunque valide fino alla scadenza.