Dopo la sparatoria a milano

Oggi a Genova il processo all’aggressore di un magistrato

tribunale genova

Genova. “Se ci fossero stati i carabinieri in aula forse tutto questo non sarebbe successo. Togliendo risorse si tolgono presidi di sicurezza in momenti e luoghi sensibili”. Lo ha detto stamani nell’aula di corte d’assise d’appello del tribunale di Genova il sostituto procuratore generale Antonio Lucisano durante la cerimonia in ricordo delle vittime della sparatoria in tribunale a Milano, iniziata con un minuto di silenzio.

Le vittime sono state ricordate da Mario Tuttobene, presidente della giunta distrettuale dell’Associazione nazionale magistrati che ha espresso tra l’altro “la preoccupazione di tutto il tessuto sociale”, mentre il presidente del tribunale di Genova Claudio Viazzi ha ricordato le aggressioni a giudici e magistrati sottolineando che proprio oggi a Genova c’è un processo a carico di un persona che nel maggio 2010 ha aggredito a Firenze un magistrato.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.