Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incidente mortale a Lavagna, si aggrava la posizione del giovane alla guida: hashish nella sua tasca

Lavagna. Si schiantò lo scorso 7 marzo a Lavagna mentre era alla guida della sua macchina, causando la morte di due amici che erano con lui: Zoran Biondi, 21 anni, morto sul colpo e Alice Moscatelli, 18, deceduta dopo una giorno di agonia.

Matteo Campanella, il 22enne di Casarza, trasportato in coma all’ospedale San Martino, si salvò, ma venne indagato dal sostituto procuratore Stefano Puppo per omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza A distanza di un mese dall’incidente la sua posizione si aggrava.

Nelle tasche dei suoi pantaloni durante il trasporto in ospedale i carabinieri trovarono un modesto quantitativo di
sostanza stupefacente, poco più di sei grammi di hashish inviati al laboratorio dei carabinieri per l’analisi del principio attivo.

Ieri i risultati hanno confermato che la quantità era superiore a quello consentito dalla legge, quindi per il giovane è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.