Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Bogliasco va sul 7-5, poi l’espulsione di Monari spiana la strada al Savona

La semifinale per il quinto posto si apre con una vittoria dei biancorossi

Bogliasco. Il primo incontro della semifinale tutta ligure del tabellone per il quinto posto va alla Carisa Savona. I biancorossi espugnano la “Vassallo” per 11 a 9 ed ipotecano il passaggio alla finale dove affronteranno la vincente tra Canottieri Napoli e Posillipo: gara 1 ha visto i giallorossi imporsi per 12 a 7.

Prima della presentazione delle squadre il capitano locale Arnaldo Deserti consegna una targa a nome della Rari Nantes Bogliasco ad Ugo Mannozzi per il suo compleanno e per la sua costante ed assoluta presenza nel mondo della pallanuoto e vicinanza affettuosa alla società biancoazzurra.

Il primo tiro della partita porta la firma del capitano savonese Mistrangelo, ma Prian chiude bottega. Ravina centra il palo. Arnaldo Deserti, ex di turno, conquista una superiorità ed Alessandro Di Somma sblocca il risultato trasformandola. Pareggia il Savona a uomo in più con Colombo. Serie di superiorità non sfruttate, poi c’è la controfuga di Alesiani contrastato da De Trane.

Time-out chiesto da mister Bettini; i savonesi, convinti di avere un uomo nel pozzetto, difendono a uomo in meno, ma non è così. Il Bogliasco sfrutta l’occasione con Ravina, che poi si ripete con un gran gol a tre secondi dal termine: padroni di casa sul 3-1.

Secondo tempo. Gran gol in rovesciata di Giovanni Bianco dal centro. Damonte trova la rete del pareggio in superiorità. Non molla il Bogliasco: botta potente da posizione tre di Loomis e nuovo vantaggio. Il Savona non ci sta: Fulcheris impatta. De Trane, mancino, da due sul primo palo, buca Antona. Colombo pesca il gol del pareggio a uomo in più. A metà gara si contano 5 reti per parte.

Cambio campo. Guidaldi a uomo in più sigla il 6-5. Vanno sul doppio vantaggio i padroni di casa con Boero: schema in superiorità, giro-palla veloce e passaggio perfetto sul palo. Poi l’episodio che decide la partita. Savona in attacco, coppie che lottano, Alesiani riemerge, perde sangue dall’arcata del sopracciglio destro. Gli arbitri decidono per l’espulsione definitiva per brutalità di Matteo Monari. Rigore e quattro minuti in inferiorità numerica per il Bogliasco. Intanto il gioiellino del Savona riceve le cure del professor Carmine Di Somma. Damonte trasforma il rigore per il 7-6.

I biancorossi, nei quattro minuti seguenti, riescono a segnare solo su doppia superiorità con Colombo: 7-7. Il Bogliasco difende strenuamente il fortino. Uomini pari ed i biancoazzurri subiscono un’altra espulsione: segna Fiorentini ed è il sorpasso. A quattro secondi dal termine della frazione Edoardo Di Somma è definitivo per tre falli personali.

Ultimo tempo. Palla al Bogliasco. Loomis sfrutta la superiorità e insacca: 8-8. Tomasic e Mistrangelo, stessa situazione e due reti per il +2 ospite. De Trane di nuovo in superiorità accorcia. Ma è Fiorentini a mettere la palla dentro, anch’egli a uomo in più, per il definitivo 9-11. Resta tempo per l’espulsione definitiva di Lorenzo Bianco per tre falli personali, il tiro di Gavazzi e la parata di Antona.

Appuntamento a martedì 5 maggio alle ore 19 alla “Zanelli” di Savona per gara 2. I bogliaschini saranno privi di Matteo Monari: per lui due giornate di squalifica.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Carisa Rari Nantes Savona 9-11
(Parziali: 3-1, 2-4, 2-3, 2-3)
Rari Nantes Bogliasco: Prian, De Trane 2, A. Di Somma 1, Gavazzi, E. Di Somma, Ravina 2, Loomis 2, Monari, Boero 1, Guidaldi 1, Guidi, Deserti, Insollitto. All. Bettini.
Carisa Rari Nantes Savona: Antona, Alesiani, Damonte 2, Colombo 3, L. Bianco, Pesenti, Mistrangelo 1, Fulcheris 1, G. Bianco 1, Tomasic 1, Agostini, Fiorentini 2, Zerilli. All. Angelini.
Arbitri: L. Bianco (Brescia) e Colombo (Como). Delegato Fin: Tedeschi (Genova).
Note. Superiorità numeriche: Bogliasco 5 su 14, Savona 8 su 15 più 1 rigore segnato. Usciti per tre falli: E. Di Somma nel terzo tempo e L. Bianco nel quarto. A 3’26” dalla fine del terzo tempo è stato espulso per brutalità Monari.