Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Gasperini: “Se quando facciamo gol non ce lo danno, diventa difficile” risultati

Genova. Non vuole commentare l’episodio che avrebbe consentito al Genoa di portarsi sul 2-0 Gian Piero Gasperini. “Ho visto dalla panchina la stessa cosa che avete visto voi, se l’azione continua tra l’altro fa gol Bergdich. Cosa deve fare questa squadra per vincere?”. Gasperini si riferisce al rigore su Borriello interpretato da Mazzoleni al contrario: fallo dell’attaccante napoletano da cui poi è scaturito il gol di Bergdich già a gioco fermo. Genoa-Udinese poi è finita 1-1.

Il mister non rimprovera nulla ai suoi: “La squadra ha fatto bene, ha subìto un’occasione dopo un minuto, ha creato tanto poi quando facciamo gol non ce lo danno… Peccato, ho poco da dire ai miei. Abbiamo subito 10 minuti, ma ci può stare nell’arco dell’ intera partita. Dispiace per il gol subìto”. Quella con l’Udinese per Gasperini è una di quelle partite che “se le chiudi finiscono diversamente”. Tra le note positive il mister cita le prestazioni di Borriello e Tino Costa: “Sono soddisfatto della loro partita, ma anche di quella dei loro compagni, faccio fatica a trovare una prestazione negativa”. Questi tre punti mancati in casa sono a corollario di una stagione particolarissima: “Tanti gli episodi che hanno tolto qualcosa alla classifica, ma anche al morale dei giocatori – dice Gasperini – poi dopo due giorni la squadra si riprende, però sono stati tanti i casi come questo, soprattutto in casa”.

L’allenatore rossoblù non nasconde che il Genoa potrebbe avere qualche punto in più. Mancano ancora 10 partite: “Tante, il disavanzo di classifica rispetto ai punti che potremmo avere è ampio, ma reagiremo come sempre. Questo è un buon risultato. La squadra, lo abbiamo visto anche oggi, deve fare molto di più per vincere le partite”.

Il prossimo avversario è il Cagliari: “Non dobbiamo sottovalutarlo. Tutte le partite sono dure. Ha ottimi giocatori e se ti distrai un attimo ti possono fare gol, la prova è che non ci sono più tanti 0-0, persino il Parma ha agguantato un punto a Milano con l’Inter. Vorrei che tutto questo non venga scambiato per appagamento. Speriamo possa andar meglio sabato prossimo, il Cagliari davanti ha attaccanti molto rapidi, dovremo stare attenti”.

Parole di elogio anche per Lamanna: “Si è fatto trovare pronto al primo minuto, con quella parata ci ha permesso di giocare la nostra partita. Oggi il Genoa era in palla, con le idee e la mentalità giusta. Non dimentichiamo che l’Udinese è una squadra di valore. Nel finale loro avevano un centrocampista in più, io volevo restare con tutti gli attaccanti in campo e abbiamo un po’ sofferto, va bene così”.

A fine primo tempo Gasperini si è molto arrabbiato con Perotti, colpevole di aver gestito troppo la palla, mentre tutto lo stadio lo ha applaudito per il gesto tecnico. Il mister sorride: “Dobbiamo stare attenti, rischiamo di essere in debito d’ossigeno, non era il momento di giocare individualmente ma di continuare a palleggiare e aprire gli spazi, non è un caso che un minuto dopo Piris, su una respinta, ha creato un’opportunità da gol. Perotti è un giocatore che dà un contributo straordinario alla squadra. In futuro sarà anche più prolifico”.