Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Euroflora, Rixi (Lega): “Genova scalzata da Firenze: scandaloso”

Genova. “Trovo vergognoso e offensivo verso tutti i genovesi e le imprese del settore florovivaistico ligure che l’anteprima Expo di Euroflora non si svolga a Genova, dove da 50 edizioni è organizzata la storica manifestazione internazionale dedicata ai fiori, ma a Firenze. Uno schiaffo alla dignità della nostra città che arriva direttamente da questa sinistra che non ha fatto nulla ma proprio nulla per sventare lo scippo ai danni del nostro territorio”. Così Edoardo Rixi, vicesegretario della Lega Nord e capolista a Genova del Carroccio alle prossime regionali, critica duramente la decisione di svolgere a Firenze l’anteprima Expo di Euroflora.

“La città del parolaio Renzi ci ha scippato un’occasione irripetibile di marketing territoriale e di turismo, con la connivenza di Burlando-Paita che non hanno mosso un dito per evitarlo – dice Rixi – Genova si meritava a pieno titolo di organizzare l’edizione di Euroflora in concomitanza all’Expo di Milano e invece è stata surclassata, per evidenti ragioni politiche, da Firenze, la cui fiera dedicata ai fiori è poco più di un mercato di provincia. Una vergogna inaccettabile e un’occasione unica di promozione per il nostro territorio irrimediabilmente persa dalla Liguria. La vetrina internazionale dell’Expo avrebbe rappresentato un’occasione d’oro per portare nuovi visitatori a Genova”.

“Sapevamo che era nell’aria già da mesi questa folle decisione e purtroppo si è concretizzata. Ancor più grave è che Euroflora neppure si svolgerà, come da programma, nel 2016 ma forse addirittura nel 2017, vanificando così qualsiasi possibilità di promozione dell’evento durante Expo 2015 – conclude Euroflora, con le sue 430 mila presenze nell’ultima edizione del 2011 e 800 aziende espositrici da tutto il mondo, da sempre attira l’interesse di appassionati da ogni parte d’Europa: Renzi, complici i suoi compagni Burlando-Paita, è riuscito a sottrarre a Genova un evento clou che sotto la Lanterna è nato e cresciuto solo per dare visibilità alla sua Firenze. I genovesi devono ribellarsi, mandare a casa questo Pd che sta riducendo Genova e la Liguria a una provincia di confine, desertificata e privata della proprie eccellenze”.