Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amt, Doria: “C’è ritardo su parametri gara. Solo con definizione servizi minimi potremo definire risorse del Comune”

Il sindaco in commissione: "La copertura finanziaria finora data a livello regionale non è perfettamente rispondente alle esigenze della città"

Genova. “La Regione ha detto che per il periodo della gara sarà disposta a stanziare una determinata cifra, indicata chiaramente per coprire i servizi minimi essenziali, ma non è stato ancora detto quali siano i servizi minimi essenziali per il servizio genovese” Lo ha detto il sindaco di Genova Marco Doria durante la commissione comunale convocata per affrontare il futuro di Amt spiegando che in mancanza di queste informazioni il Comune di Genova non può dire quante risorse metterà a disposizione per partecipare alla gara per il trasporto pubblico regionale.

Ancora: “La copertura finanziaria finora data a livello regionale non è perfettamente rispondente a ciò che la città esprime. Si tratta di un argomento delicato perché aumentare in proporzione gli stanziamenti su un bacino significa ridurlo da altre parti. Comunque al momento non c’è un discorso pubblico chiaro né sui parametri oggettivi, né sui servizi minimi”.

Rispetto alla partecipazione alla gara da parte di Amt il sindaco ha ribadito “la volontà del Comune di fare tutto il possibile che Amt partecipi alla gara, ma servono alcune precondizioni. in primo luogo un’azienda in equilibrio con i conti e in secondo luogo un’azienda più efficiente. L’ati non deve essere una somma di debolezze, ma avere potenzialità di vittoria reali, perché gli altri soggetti interessati alla gara sono forti. Ci vuole la capacità di costruire un’associazione per svolgere un ruolo competitivo nella gara, non di testimonianza”.

Doria ha anche parlato del costo del servizio che “non deve essere falcidiato in termini di chilometri”: ” Oggi si paga più delle altre città. Questo non significa immaginare che Genova sia piatta e a pinta circolare, è una città complicata che avrà dei costi che saranno ragionevolmente superiori a quelli di altre città, si tratta di ragionare sul differenziale di costo comprensibile”. A proposito dei tempi della gara il sindaco ha aggiunto: “I tempi si stanno protraendo troppo nella definizione dei parametri. Dovremmo tutti chiedere che queste procedure si definiscano al più presto