Sestri Ponente, rivoluzione in stazione: il piano del Municipio - Genova 24
Mobilità

Sestri Ponente, rivoluzione in stazione: il piano del Municipio

Romeo: "Presto nuova riunione per capire la fattibilità delle proposte, tempi certi per provare ad arrivare ad una soluzione"

sottopasso sestri ponente

Sestri Ponente. Dieci giorni per fare il punto. Probabilmente ne servirà qualcuno di più, ma sembra che la sorte del vecchio ingresso della stazione ferroviaria sia segnato. Questa almeno è la speranza della seconda commissione municipale che si è riunita ieri alla presenza dei responsabili di Rfi e polizia municipale, dell’assessore regionale Raffaella Paita e della titolare alla mobilità del Comune di Genova Anna Maria Dagnino. L’obiettivo è quello di garantire la sicurezza dei pedoni nei pressi di un incrocio pericoloso che ha visto un investimento mortale meno di un anno fa e al contempo di evitare gli ingorghi al traffico che quotidianamente si verificano in zona.

La proposta dei consiglieri prevede l’eliminazione dell’attraversamento pedonale di via Puccini e la chiusura della vecchia entrata in stazione, dove attualmente si trovano le biglietterie. Dalla parte opposta verrebbe prolungato il corrimano già presente fino ad arrivare sotto i portici di via Biancheri.

I pendolari a quel punto potrebbero utilizzare il sottopasso davanti al Mercato del Ferro, inaugurato anch’esso nel 2013 e poco utilizzato. Contemporaneamente, per chi arriva da levante, verrebbe aperto un nuovo varco all’altezza del semaforo dal ponte Cibrario, accorciando ulteriormente il percorso. A completare il tutto la necessaria segnaletica che indichi i nuovi percorsi, l’attivazione degli ascensori già presenti nei pressi del Mercato del Ferro e l’installazione all’interno dello stesso di una biglietteria automatica.

Una proposta che coinvolge più enti: “il Comune – spiega Massimo Romeo, consigliere municipale con delega alla viabilità e traffico – dovrebbe occuparsi della nuova segnaletica e provvedere al corrimano e al funzionamento degli ascensori, mentre la Regione è responsabile per quanto riguarda l’infrastruttura. Infine le ferrovie sono competenti per quanto riguarda la chiusura del varco della biglietteria e dell’apertura del nuovo nei pressi del ponte Cibrario”.

“Il progetto – conclude Romeo – sarà analizzato e tra pochi giorni si terrà una nuova riunione per capire la fattibilità delle proposte in campo. Abbiamo ottenuto tempi certi per provare ad arrivare ad una soluzione del problema”.

leggi anche
sottopassaggio mercato del ferro sestri ponente
Sestri ponente
Stazione Sestri Ponente, addio alla vecchia entrata?