Serie A1 femminile, Rapallo sconfitto a Catania: partirà quinto nella griglia playoff - Genova 24
Pallanuoto

Serie A1 femminile, Rapallo sconfitto a Catania: partirà quinto nella griglia playoffrisultati

Rapallo Nuoto Vs R.N. Bogliasco

Rapallo. Non riesce l’impresa al Rapallo: nell’anticipo dell’ultima giornata della prima fase del campionato, le gialloblù escono sconfitte dalla trasferta a Catania contro l’Orizzonte, giocata alle ore 19,30 davanti alle telecamere di Rai Sport 2 e agli occhi del ct del Setterosa Fabio Conti, al commento tecnico durante la diretta tv.

Una sfida importante e cruciale per entrambe le squadre: da una parte l’Orizzonte, per cui i 3 punti valgono il sesto posto e quindi i playoff; dall’altra il Rapallo, che per la fase successiva ha già staccato il biglietto ma è a caccia del quarto posto che vorrebbe dire la possibilità di giocare la partita di ritorno e l’eventuale gara tre dei quarti davanti al pubblico di casa.

Primo tempo. L’Orizzonte, senza Di Mario squalificata per brutalità durante il recupero contro l’Imperia, conquista la prima palla e le prime due espulsioni a favore, ma la difesa del Rapallo è attenta e le padrone di casa non concretizzano. Dalla parte opposta apre invece le marcature la veterana Simona Abbate: palla nell’angolino che spiazza Harache.

Ci prova l’Orizzonte ma il tiro di Greenwood si stampa sul palo. Il pareggio della squadra di casa arriva con Lombardo, a 4’30”: 1-1. Controfuga Rapallo, bell’azione di Claudia Criscuolo che scende sulla destra e altrettanto bella parata di Harache. Prima superiorità per il Rapallo a 1’25” da fine tempo, conclusione affidata ad Abbate ma si oppone ancora il portiere dell’Orizzonte. Time-out chiesto da Martina Miceli per sfruttare l’espulsione fischiata a favore della squadra di casa, che al rientro il acqua va a segno con Valeria Palmieri: 2-1 poco prima del suono della sirena.

Secondo tempo, primo attacco del Rapallo ma Harache sbarra la porta sul tiro di Aleksandra Cotti e poco dopo, per due volte consecutive, anche sulla botta dalla distanza di Carolina Ioannou. Passa invece l’Orizzonte con la giovane mancina Riccioli, che porta il risultato sul 3-1. Accorcia il Rapallo in superiorità a 3’53”: assist di Abbate e Cotti spinge in porta. L’Orizzonte si riporta poco dopo a +2, segna ancora Riccioli.

Il Rapallo non molla e a 1’35” dalla fine del tempo è la giovane Silvia Avegno ad andare a segno, ma le gialloblù non fanno in tempo ad accorciare le distanze che le padrone di casa si riportano a due gol di distanza: è di Valeria Palmieri la rete del 5-3, risultato su cui si chiude il secondo parziale di gioco.

Terzo tempo che si apre con un rigore per il Catania: batte Marletta di potenza, brava Lavi ad opporsi. Non sbaglia invece Greenwood, che dalla distanza spiazza la difesa ospite e segna il gol del 6-3. Time-out chiesto da Martina Miceli; il gioco riprende con il terzo gol di Isabella Riccoli: 7-3. Provano le gialloblù ad uscire dall’empasse ma la conclusione dalla distanza di Silvia Avegno non ha esito positivo, a differenza del pallonetto messo a segno da Greenwood.

Mister Antonucci chiede il time-out e tenta di scuotere le sue ragazze chiamando un pressing insistente, ma è l’Orizzonte ad incrementare ancora con Palmieri. Accorcia Claudia Criscuolo in superiorità; ad un minuto da fine tempo il Rapallo ha un’altra occasione ghiotta a uomo in più ma il tiro di Aleksandra Cotti colpisce in pieno il portiere dell’Orizzonte Harache. C’è ancora tempo per la rete di Carolina Ioannou poco prima della fine del tempo: il tabellone segna 9-5.

Ultimo tempo, apre le marcature Tankeeva in superiorità, Rapallo a meno 3. Beduina di Simona Abbate e squadra ospite che si porta sul 9-7. A 2’49” da fine match conclusione a rete di Tankeeva, la palla si ferma sul filo della rete e poi si spinge all’interno: è il gol del 9-8. L’Orizzonte sente il fiato sul collo e non ci sta: è Valeria Palmieri a portare le padrone di casa a distanza di sicurezza. È 10-8, la squadra catanese sogna iplay off in attesa del risultato del Prato, il Rapallo resta quinto in classifica con la soddisfazione di aver conquistato l’accesso alla fase successiva con una giornata d’anticipo.

Abbiamo buttato via i primi due tempi e mezzo, nel terzo abbiamo cambiato la difesa riuscendo a rimontare ma un errore decisivo sul finale non ci ha permesso di raggiungere almeno il pareggio – commenta a fine match il tecnico gialloblù Luca Antonucci –. E’ un peccato perché avremmo potuto conquistare il quarto posto ma tutto sommato, per come è iniziata la stagione, la quinta piazza in classifica è un risultato più che positivo“.

Il tabellino:
Orizzonte Catania – Rapallo Pallanuoto 10-8
(Parziali: 2-1, 3-2, 4-2, 1-3)
Orizzonte Catania: Harache, Greenwood 2, Di Stefano, Buccheri, Musumeci, Grillo, Palmieri 4, Marletta, Santapaola, Aiello, Riccioli 3, Lombardo 1, Schillaci. All. Miceli.
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Abbate 2, Zerbone, Avegno 1, Sessarego, Sgrò, Tankeeva 2, S. Criscuolo, Mori, C. Criscuolo 1, Cotti 1, Ioannou 1, Risso. All. Antonucci.
Arbitri: Centineo e Gomez.
Note. Superiorità numeriche: Orizzonte 2 su 7 più 1 rigore fallito, Rapallo 3 su 7. Uscita per limite di falli: Marletta nel quarto tempo.