Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scherma, fioretto: Camilla Rivano medaglia di bronzo nella squadra

Under 23 e a Pesaro, seconda prova di qualificazione a Riccione

Genova. Nel recente week end si sono svolte due importanti manifestazioni, nelle quali gli atleti liguri hanno riportato brillanti risultati.

A Riccione si è svolto il campionato nazionale categoria Under 23, dove i liguri hanno sfiorato per ben due volte la conquista dell’oro. Infatti Sergio Trivelli della Cesare Pompilio si è classificato secondo, battendo in semifinale il compagno di sala Stefano Damiani nella prova di spada che ha visto 193 partecipanti.

Alice Cassano della Chiavari Scherma ha conquistato la medaglia d’argento nella prova femminile di spada, dove Luisa Tesserin (Cesare Pompilio) si è classificata undicesima, seguita da Francesca Ceresa Gastaldo (C.S. Rapallo), Alessia Hughes Enriquez (Pompilio) e Alice Carlassare (Rapallo) rispettivamente tredicesima, sedicesima e diciottesima. Bene anche Camilla Rivano (Rapallo), dodicesima nella prova di fioretto.

A Pesaro si è svolta la seconda prova di qualificazione agli Assoluti, dove i primi ventiquattro venivano ammessi alla prova finale. Hanno ottenuto la qualificazione nella spada maschile Gabriele Bino (Pompilio) e Stefano Carozzo (Polisportiva del Finale), classificandosi terzo e undicesimo, e nella spada femminile Luisa Tesserin (Pompilio) settima, Alice Cassano (Chiavari) nona, Federica Santandrea (Genova Scherma) undicesima, Brenda Briasco (Pompilio) dodicesima e Andrea Vittoria Rizzi (Chiavari) ventiduesima.

Per quanto riguarda Camilla Rivano, a Maribor in occasione dei campionati europei Giovani, si è distinta ottenedo un risultato di prestigio: la medaglia di bronzo nella squadra di fioretto.

Con Elisabetta Bianchin, Claudia Borella e Erica Cipressa, l’allieva di Gabriella Bozza supera la Francia per 45-41 nell’assalto dei quarti prima di cedere, in semifinale, alla Russia col punteggio di 42-34. Nella finale che è valso il podio, l’orgoglio del quartetto italiano ha permesso di superare le portacolori della Germania per 45-38.

Nella prova individuale, martedì, Camilla ha ceduto negli ottavi per 15-11 all’ungherese Pastzor.