Niente tasse

Ristorante emetteva ricevute, ma non dichiarava nulla al fisco: maxi evasione a Rapallo

Rapallo. La Guardia di Finanza ha concluso una verifica fiscale nei confronti di un ristorante a Rapallo, che non ha presentato le dichiarazioni dei redditi e dell’IIva a partire dall’anno 2011. Per eludere i controlli fiscali, l’amministratore della società rilasciava ai clienti regolari ricevute fiscali ma non teneva le altre scritture contabili e non presentava le dichiarazioni dei redditi per cui non versava le imposte dovute.

La società, che sfruttava anche 2 lavoratori completamente in nero, negli ultimi quattro anni ha nascosto al fisco incassi per oltre 1,5 milioni di euro e non ha pagato l’Iva per circa 160 mila euro. Grazie all’evasione fiscale il ristorante riusciva a praticare prezzi fortemente competitivi a danno degli altri esercizi, con evidente turbativa delle regole di concorrenza del mercato.

L’attività ispettiva è stata condotta anche ricorrendo all’analisi delle movimentazioni bancarie e si è conclusa con la denuncia del ristoratore all’Autorità Giudiziaria per i reati di omessa dichiarazione dei redditi e dell’Iva ed occultamento delle scritture contabili. Inoltre, è stato avviato il procedimento amministrativo per garantire il pagamento dei tributi dovuti e delle sanzioni connesse alle violazioni tributarie accertate.