Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa-Chievo, Gasperini: “Ho provato a vincere, è andata male” risultati

Genova. “Chi sbaglia paga e noi lo abbiamo fatto”. Enrico Preziosi commenta così la sconfitta casalinga contro il Chievo Verona per 0-2. “Abbiamo subito dei gol da Subbuteo, con un gol preso quando tre difensori erano su un avversario”, secondo il patròn del Genoa l’avversario è stato forse sottovalutato: “In ogni caso abbiamo compiuto troppi errori, anche se il fallo di Dainelli su Borriello probabilmente era dentro l’area di rigore, questo avrebbe cambiato la partita”. L’uscita di Bergdich e il modulo stravolto per Preziosi hanno creato un po’ di sbandamento nella squadra: “Mi astengo a fare considerazioni sull panchina. Ci sta nel calcio che tutti contribuiscano alle vittorie così come alle sconfitte. Questo non è il Genoa a cui siamo abituati e speriamo che la sconfitta non lasci tracce. Il rischio è che il campionato prosegua in modo piatto”.

Gasperini motiva così il cambio a inizio ripresa: “Non abbiamo giocato la solita partita, il primo tempo era bloccato: avrei potuto andare avanti così, ma ho cercato di forzare la gara con Borriello, perché pensavo potessimo vincere. Anche sullo 0-1 la squadra ha avuto una bella reazione e la sensazione era che potessimo fare dei gol. Poi il raddoppio ci ha tagliato le gambe e il finale non è stato bello”. Gasperini si prende le proprie responsabilità: “Ho rischiato e abbiamo perso l’identità. In ogni caso Borriello è stata una nota positiva della partita, ha creato opportunità e dal punto di vista tattico abbiamo acquisito peso. Le difficoltà sono state dietro. Il problema è che ci ritroviamo a marzo a fare qualche prova e questo non va bene”.

La paura dei tifosi è che il Genoa faccia un finale di campionato in caduta libera: “Non devono preoccuparsi – ribadisce Gasperini – noi vogliamo fare il meglio in campionato sino alla fine, ma bisogna stare attenti perché bisogna avere altro passo. Ora ci attende la Juve e sarà ancora più difficile di oggi”. Con le squadre medio-piccole il Genoa fa fatica: “Abbiamo vinto in trasferta – sottolinea il mister – ma in casa facciamo più fatica, spesso abbiamo rimontato, oggi no. Il Chievo era veramente chiuso, entrare a palla a terra come facciamo di solito non è stato possibile”.

Anche Mattia Perin è deluso: “Non eravamo i soliti, da martedì ricominciamo a guardare alla prossima partita, spero che contro la Juventus possiamo ottenere una rivincita rispetto alla prestazione di oggi. I fischi dei tifosi fanno male, cercheremo di far vedere loro il vero Genoa. Non è vero che siamo rilassati, perché la squadra è giovane e ambiziosa”.

Per Bertolacci è stato un passo indietro rispetto ad altre partite: “Spiace che in casa non riusciamo a mostrare il nostro valore. Dal punto di vista fisico non stiamo male, loro avevano i due attaccanti sui nostri centrocampisti, quindi non era facile. Il rimpianto è che questa partita avrebbe potuto dare una svolta ai nostri obiettivi, contro la Juventus ce la metteremo tutta, spero scenda in campo il miglior Genoa”.