Quantcast
Politica

CasaPound: “collettivo Re UP rivendica demolizione targa Venturini, Ateneo neghi uso aula pubblica”

Genova. “Il collettivo Re UP rivendica sulla sua pagina Facebook la demolizione della targa in memoria di Ugo Venturini, avvenuta il 7 marzo scorso durante il corteo che avrebbe voluto molto democraticamente opporsi alla presenza di Matteo Salvini a Genova. Nella pagina citata troviamo il seguente post: ‘Sul finire della mobilitazione la piazza ha abbattuto le due targhe in memoria di Ugo Venturini, il missino morto durante un comizio di Almirante. Il perché di questo gesto per noi è semplicissimo. Stiamo subendo una neutralizzazione del passato o una sua criminalizzazione volta a rendere docile una parte di storia che ha ancora molto da insegnare. Questo riguarda la lotta partigiana così come le lotte degli anni ’70. Quella targa era per noi una provocazione e doveva essere tolta”. Casapound commenta così, dopo quanto accaduto sabato scorso a Genova durante l’arrivo del leader leghista Matteo Salvini.

“Al di là di tutte le considerazioni su un gesto così insulso e offensivo, come quello di rompere una targa che ricorda un giovane genovese ucciso, ci chiediamo e – pubblicamente interpelliamo il Rettore dell’Università degli Studi di Genova – su come sia possibile che l’Università sèguiti a dare in uso una sua Aula pubblica al suddetto collettivo, che si vanta di simili azioni, nella totale e ignorante impunità”.

“Crediamo che la storia di Ugo Venturini vada ricordata, e la targa celermente riposizionata”.

Più informazioni