Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket: l’aLmore Genova affronta la Tec-Mar Crema risultati

Coach Grandi ancora alle prese con l’infermeria

Genova. A volte quando piove, poi grandina… Nell’ultima settimana dev’essere risuonata spesso, nella mente di coach Grandi, questa massima, visto che ha dovuto faticosamente fare i conti con ranghi ancor più ridotti, a causa dell’infortunio (forte contusione all’anca), che ha bloccato Principi nel bel mezzo dell’ultima partita e del riacutizzarsi del problema muscolare che già quindici giorni fa aveva afflitto Nene Diene.

Entrambe le giocatrici non si sono allenate e solo l’allenamento del venerdì sera potrà sciogliere gli enigmi e dare qualche certezza in più al coach rosanero.

L’aLmore Genova sarà ancora al PalaDonBosco, domani, sabato 28 marzo alle ore 18, e dovrà affrontare la vera “sorpresa” della poule Promozione, la Tec-Mar Crema, ancora in corsa per il secondo posto e quindi per la finale playoff, ed in grado, la scorsa settimana, di costringere la capolista Magika Castel San Pietro a ben due supplementari per strappare, in volata, i 2 punti che hanno dato la matematica certezza dei playoff alle emiliane.

Le ragazze allenate da Grandi non hanno più nulla da chiedere alla classifica: la permanenza in Serie A2 per il terzo anno consecutivo è stata conseguita con largo anticipo e la cosiddetta “infermeria” ha fatto il resto, modificando non poco i possibili scenari finali.

La società però pretende, giustamente, la massima concentrazione dalle sue giocatrici: su tre incontri a disposizione due saranno disputati al PalaDonBosco, un campo che, considerato l’unico successo a Vicenza, non ha ancora potuto festeggiare una vittoria nella poule Promozione.

“Nessun obbligo di vincere, ci mancherebbe – è il commento del presidente Carlo Besana – ma c’è l’obbligo almeno di provarci fino all’ultimo secondo. Per me non è una differenza da poco, indipendentemente dall’esito finale”.

Anche coach Andrea Grandi è sulla stessa lunghezza d’onda: “Garantiamo il massimo impegno e la massima determinazione. Abbiamo il dovere morale di puntare a vincere..siamo rimasti tutti all’amarezza della sconfitta al fotofinish con Vicenza, e desideriamo regalare a noi tutti e a chi ci segue una vittoria”.