Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Virus su Facebook colpisce tramite tag in foto e video: l’allarme della Polizia di Stato

Più informazioni su

Provincia. Un amico ti tagga in una sua foto, magari spiritosa o goliardica: tu ci clicchi e ti ritrovi il computer infettato da un virus. Gira su Facebook l’ultima novità in fatto di pericoli informatici: a lanciare l’allarme, proprio sul social network, la Polizia di Stato sulla pagina dell’Agente Lisa, il “poliziotto virtuale” creato per essere più vicini ai cittadini sul web.

“Si tratta di un programma malevolo che si insinua nel computer e tra i vari effetti può carpire anche i dati sensibili – spiega l’Agente Lisa – Questo virus, inoltre, si può trasmettere da contatto a contatto, ad esempio si può insinuare nella chat, quindi se chattate con un amico ‘infetto’ potreste essere infettati anche voi. Fate attenzione poi anche agli smartphone, perchè si può diffondere anche sui telefonini”.

A cascarci negli ultimi tempi sono stati in tanti, tra cui anche personaggi noti (a metà gennaio è capitato ad esempio al consigliere regionale Marco Melgrati). Come difendersi? “Innanzitutto evitate di cliccare su link che vi sembrano strani – avverte la Polizia di Stato – ad esempio, chiedetevi ‘è possibile che un mio amico mi tagghi in un video porno sulla mia bacheca?’. Poi installate un buon antivirus aggiornato. E usate il passaparola con i vostri contatti di Facebook”.

“Una buona idea è quella di scrivere un post sulla vostra bacheca dicendo a tutti gli amici che non avete taggato nessuno su video o foto – è la soluzione proposta dall’Agente Lisa – e di non aprire link inviati a vostro nome perché si tratta di un virus”.