Quantcast
Cronaca

Costa Crociere, a Genova sciopero e corteo dei lavoratori: incontro a Tursi fotogallery

Genova. Agg.h.10.45. Una delegazione di lavoratori sta parlando con il sindaco Doria e al termine dell’incontro, il corteo andrà in piazza De Ferrari dove sarà chiesto un incontro con il governatore Burlando.

Sono centinaia i lavoratori di Costa Crociere, che oggi scioperano e protestano contro la decisione di Carnival, società proprietaria del marchio, di trasferire quattro dipartimenti (Marine operation, Medical department, Hotel maintenance, Procurement tecnico), che occupano a Genova 161 persone, ad Amburgo, dove nascerà il “Carnival maritime”, un centro di eccellenza per la gestione delle compagnie.

“Ci presenteremo a tutte le istituzioni, sia in Liguria che a Roma, per chiedere che si intervenga contro la decisione di Carnival, che non condividiamo nella maniera più assoluta – dichiara Mauro Scognamiglio, segretario regionale e responsabile dei marittimi della Fit Cisl – Ancora non lo sappiamo, ma questo trasferimento potrebbe essere l’inizio della fine, visto che le multinazionali ci hanno ormai insegnato che i cambiamenti non sono mai fine a se stessi. La rabbia è tanta, anche perché non si capisce come possa essere stata presa la decisione di impoverire una realtà così prestigiosa e performante”.

Nel corteo, aperto dallo striscione unitario delle Rsu, ci sono molti cartelli con scritto “Costa non si sposta” e “Perché dire Amburgo quando puoi dire Genova”. I manifestanti si stanno dirigendo verso palazzo Tursi, dove incontreranno il sindaco e l’amministrazione comunale.

“La dislocazione fuori dall’Italia di funzioni rilevanti di un gruppo internazionale – dice una nota di palazzo Tursi – sarebbe grave non solo per Genova e la Liguria ma per l’economia nazionale. Per questo il Comune di Genova ritiene che la questione abbia carattere nazionale e che debba vedere impegnate congiuntamente le istituzioni locali e il Governo”.