Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tennis, Fed Cup: rimonta Francia, crollo Italia fotogallery

Più informazioni su

Genova. Con una clamorosa rimonta la Francia ha battuto l’Italia nella sfida di Fed Cup per il primo turno del World Group 2015 andata in scena sul campo in terra rossa allestito nel “105 Stadium” di Genova. Il punto decisivo lo hanno conquistato Kristina Mladenovic e Caroline Garcia che hanno liquidato Sara Errani e Roberta Vinci per 61 62, in un’ora e sette minuti.

In precedenza la Mladenovic – schierata a sorpresa dal capitano francese Amelie Mauresmo al posto di Alize Cornet – aveva battuto per 64 63 la Errani in un’ora e 28 minuti di partita, mentre la Garcia aveva completato la rimonta superando per 46 60 62 la Giorgi in un’ora e 56 minuti. Mai le azzurre avevano subito una rimonta dal 2-0. Ricordiamo infatti che la prima giornata si era chiusa con il doppio vantaggio: Sara aveva sconfitto 76(2) 75 la Garcia mentre Camila aveva raddoppiato il vantaggio liquidando 64 62 la Cornet.

Questa è stata la decima sfida tra le due nazioni e il bilancio è sempre favorevole alle francesi: 7-3. E’ solo la seconda volta nelle ultime dieci edizioni della Fed Cup che l’Italia esce di scena al primo turno mentre si ferma a 18 match l’imbattibilità di Roberta Vinci in doppio (record per la Fed Cup).

La sfida. Una giornata iniziata male e finita peggio. La cronaca. Italia subito in difficoltà 0-2 con Roberta che cede la battuta. Piove sul bagnato (fa niente che si gioca indoor…) e la Francia mette a segno un altro break (questa volta sul servizio di Sara) salendo poi sul 5-0. Ammutolito il pubblico del “105 Stadium”: si sentono soltanto gli incitamenti dei supporter “bleu” e in appena 26 minuti è 61 Francia. Subito un break per le transalpine anche in avvio di seconda frazione: “Kiki” e Caroline sono scatenate e volano 3-0 strappando ancora il servizio alle azzurre. Le due francesi – che mai avevano giocato il doppio insieme – servono alla grande, rispondono con continuità e non sbagliano nulla: più che una partita di tennis per Sara e Roberta questo doppio assomiglia ad un incubo. Le Cichis, che sono le leader della classifica di specialità, arrestano per un attimo l’emorragia. Nel settimo gioco arriva un primo match point per le francesi, annullato dalle azzurre che riescono a conquistare un altro game. Nell’ottavo gioco l’ace della Mladenovic chiude i conti (62) regalando alla Francia la semifinale.

Sara fuori fase. La “strategia Mauresmo” si rivela azzeccata. La cronaca. Sara parte forte strappando a zero la battuta a “Kiki” ma restituisce immediatamente il favore con la francese che infila quattro giochi di fila (4-1) brekkando anche una seconda volta l’azzurra. La Errani si scuote e recupera fino al 3-4 ma la Mladenovic toglie ancora una volta la battuta alla Errani: quando serve per il set è lei però a subire il break. Al decimo gioco arriva il set point per la Francia sul servizio di Sara con la risposta di diritto di “Kiki” che non perdona (64). Break Italia e contro-break Francia anche in avvio di seconda frazione. La Errani non riesce a far muovere la Mladenovic ed è troppo vulnerabile al servizio: finisce per subire ancora un break al quarto gioco che permette alla francese di salire 3-1. Sara accusa il colpo e “Kiki” vola 5-1 con un parziale di cinque giochi consecutivi ma la Errani ha uno scatto d’orgoglio (3-5). Nel nono gioco succede di tutto: l’azzurra fallisce due chance per il 4-5, sul primo match point francese il diritto della Mladenovic si stampa sul nastro, ancora “Kiki” cancella con un ace la palla-break (propiziata peraltro da un doppio fallo) e poco dopo firma il primo punto per le “bleu”.

Camila a due facce. Sembrano due le Giorgi in campo: quella implacabile del primo set, e quella improvvisamente impaurita degli altri due parziali. La cronaca. Tirano senza farsi problemi fin dal primo quindici le due ragazze. Combattutissimo il quarto gioco con Camila costretta a salvare per due volte una palla-break prima di aggiudicarsi il game, nonostante due doppi falli (2-2). Nel fatidico settimo gioco è Camila a procurarsi tre palle-break consecutive ed alla terza opportunità riesce a strappare la battuta a Caroline salendo 4-3. Nonostante altri due doppi falli la Giorgi allunga 5-3 e poi al decimo gioco archivia il primo set con un rovescio incrociato alla seconda chance (64). Nel secondo game della seconda frazione la Garcia si procura una palla-break: il gioco si ferma per diversi minuti per sistemare la riga di fondo e alla ripresa un net malevolo regala il break alla Francia (2-0). La Garcia sale 3-0 ed il campo continua a creare problemi nonostante i ripetuti interventi sotto gli occhi del supervisor Claire Wood. E’ la Giorgi a distrarsi e la francese non se lo fa ripetere: 60 e discorso rinviato al terzo set. Nel terzo gioco della frazione decisiva la 23enne di Macerata non sfrutta una palla-break e la francese, grazie anche all’ace numero dieci, sale 2-1. Nel game successivo è Camila, con due doppi falli di fila, a concedere tre palle-break: la francese ringrazia e conquista il 3-1. Gli scambi si giocano su non più di quattro/cinque colpi e la Garcia – a differenza che nel match con la Errani – può impegnare tutte le sue energie quando è alla battuta: 4-1. Nell’ottavo gioco arrivano due match-point per la Garcia: il primo lo annulla la Giorgi con una robusta prima di servizio, il secondo lo spreca la Garcia spedendo fuori la risposta. Ne arriva però un terzo e questa volta Caroline può esultare sul rovescio di Camila che finisce fuori.

Il riepilogo:
Italia – Francia 2-3
sabato 7 febbraio
Sara Errani (ITA) b. Caroline Garcia (FRA) 76(2) 75
Camila Giorgi (ITA) b. Alize Cornet (FRA)64 62
domenica 8 febbraio
Kristina Mladenovic (FRA) b. Sara Errani (ITA) 64 63
Caroline Garcia (FRA) b. Camila Giorgi (ITA) 46 60 62
Kristina Mladenovic/Caroline Garcia (FRA) b. Sara Errani/Roberta Vinci (ITA) 61 62