Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Strada a mare di Cornigliano, Paita: “Pronti ad approfondire le problematiche”

Cornigliano. “La Regione Liguria approfondirà tutte le problematiche emerse a seguito dell’entrata in in esercizio del tratto della nuova strada a mare inaugurata sabato, con lo scopo di risolvere prima possibile i vari inconvenienti verificatisi in questi giorni, fermo restando che la regolazione degli impianti semaforici e la gestione degli innesti sulla viabilità urbana sono di stretta competenza del Comune, al quale garantiamo collaborazione massima sulla parte infrastrutturale di nostra competenza”.

Lo dice l’assessore regionale alle infrastrutture Raffaella Paita che ha convocato per giovedì 19 febbraio un incontro con tutti i soggetti a vario titolo interessati. “Una prima misura che riteniamo opportuna – spiega Paita – riguarda l’indicazione di un calendario vincolante per il completamento e l’apertura al traffico dei raccordi di Fiumara e via S.Giovanni d’Acri che sono parte integrante dell’attuale appalto che sta procedendo anche se sconta un anno di ritardo sulle scadenze contrattuali. E’ probabile che l’apertura di questi raccordi, essenziali per incrementare l’uso dell’infrastruttura, possa avvenire entro alcune settimane. Per questo solleciteremo Società per Cornigliano e Sviluppo Genova ad indicare date certe non ulteriormente dilazionabili. Analoghe scadenze dovranno essere fissate anche per le opere viarie collegate, la cui progressiva entrata in esercizio metterà in evidenza l’estrema utilità e la strategicità della nuova infrastruttura”.

Secondo l’assessore regionale tra le opere essenziali vi è “la rampa di raccordo diretto fra la strada a mare e lo svincolo autostradale dell’aeroporto, intervento progettato, approvato e finanziato da tempo che riteniamo debba essere appaltato prima possibile, anche in pendenza della risoluzione delle residue e marginali implicazioni espropriative”. “La seconda opera da cantierare subito – continua Paita – è l’intervento di allargamento ed adeguamento di Lungomare Canepa che comporta la demolizione di tutti i capannoni fatiscenti posti in adiacenza, per cui ha anche un’importante valenza di riqualificazione urbana. Anche questo è un intervento progettato, approvato e finanziato da tempo che può essere appaltato in tempi brevissimi”.

L’assessore Paita verificherà inoltre che la Società per Cornigliano e Sviluppo Genova mettano in cantiere anche i due raccordi con le viabilità di sponda della Valpolcevera, progettati e finanziati, anche se in parte da approvare. “La realizzazione di queste ultime due opere – conclude Paita – richiede tempi più lunghi, perché sono collegate con l’allargamento dell’alveo del Polcevera e con lo spostamento degli impianti ferroviari di uscita dal porto, e anche in questo caso devono essere fissate scadenze certe e ravvicinate”. Regione Liguria e Comune di Genova cercheranno di individuare soluzioni agevoli per collegare al meglio le due direttrici della sopraelevata e di Lungomare Canepa che a regime verranno unite con il nuovo nodo viario di san Benigno, in corso di realizzazione a cura di Autostrade per l’Italia”.