Quantcast

Sestri Levante, Moneglia e Portovenere uniscono le forze e approdano alla BIT di Milano

panorama sestri levante

Sestri Levante. I comuni di Sestri Levante, Moneglia e Porto Venere approdano in BIT, la Borsa Internazionale del Turismo, l’evento fieristico internazionale che coinvolge tutti i maggiori operatori del settore turismo che vedrà la presenza di 1.500 buyer, 2.000 seller, un’occasione imperdibile per conoscere nuove opportunità di promozione commerciali turistica e farsi conoscere dai buyer internazionali.

I tre comuni hanno unito le forze per creare una partnership, considerata dalle tre Amministrazioni e dai consorzi di operatori che lavorano sul territorio strategicamente opportuna in considerazione del fatto che le tre realtà rappresentano tutte una porta d’accesso alle Cinque Terre ma propongono un tipo di accoglienza diversa, non operando quindi in maniera concorrenziale ma in maniera integrata: questa “unione di forze” ha permesso di acquistare uno spazio di 24 metri quadrati all’interno del padiglione 11, tra lo stand di Regione Liguria e quello di Explora.

Durante i due giorni di fiera dedicati agli operatori del settore i consorzi avranno a disposizione un’agenda a testa che comprende 20 incontri ognuno dei quali avrà una durata di 30 minuti per fare promozione del territorio e per consolidare o chiudere nuovi contratti con i tour operator. Gli appuntamenti sono stati fissati nelle scorse settimane e comprendono operatori da ogni parte del mondo, da quelli italiani a quelli australiani, passando per gli Stati Uniti.

“Si tratta di un’occasione importante, che sia l’Amministrazione che gli operatori vogliono sfruttare al meglio. Utilizzando la formula “innovativa” che tanto successo ha avuto a Rimini nell’ottobre del 2014 ci proponiamo anche alla BIT con un impatto ancora maggiore, grazie alla partnership con Porto Venere e Moneglia – dichiara il sindaco di Sestri Levante, Valentina Ghio – Io stessa sarò presente domani – giovedì 12 febbraio – allo stand per alcuni incontri istituzionali di grande rilevanza”.