Quantcast
Cronaca

Sant’Eusebio, 40enne morta in casa: decesso per cause naturali

carabinieri

Genova. D. C., la massaggiatrice 40enne ritrovata cadavere nella sua abitazione di via val Trebbia la notte tra sabato e domenica scorsi, è morta per cause naturali. A confermalo è stata l’autopsia eseguita dal medico legale Marco Salvi su disposizione del pm Emilio Gatti.

L’esame ha evidenziato come la donna sia morta per cause naturali in conseguenza di alcune gravi patologie. Resta da capire, però, se con lei al momento dei fatti ci fosse qualcuno in casa che l’ha lasciata morire.

E’ questo il sospetto della Procura che ha disposto l’esame del Dna sui reperti trovati sul corpo della donna e i tamponi per capire se abbia o meno consumato un rapporto sessuali nelle ore precedenti al decesso.

Intanto i carabinieri hanno ascoltato il compagno della donna, un infermiere dell’ospedale San Martino. L’uomo ha spiegato che la donna “era gravemente malata ma preferiva farmaci omeopatici o trattamenti olistici invece delle cure tradizionali” e ha negato di essere stato con la compagna al momento della morte.

Sul decesso rimane aperto un fascicolo di reato per omissione di soccorso e omicidio colposo.

Più informazioni