Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Parcheggio interrato a Camogli, Rosso e Melgrati: “Progetto faraonico, audizioni in commissione” foto

Camogli. “Abbiamo chiesto l’attivazione con urgenza in commissione VI Ambiente e Territorio della Regione Liguria di una serie di audizioni sulla paventata realizzazione del parcheggio interrato a Camogli in Piazza Matteotti. Nella lettera che abbiamo inviato al Presidente della Commissione chiediamo che vengano uditi i rappresentanti dei due Comitati cittadini che si stanno battendo contro la realizzazione di questa infrastruttura e che sono il Comitato Scalo Ferroviario Camogli e il Comitato Tutela ambientale Centro Storico Camogli, il Sindaco di Camogli e gli assessori regionali competenti Paita e Cascino”.

Non cessano le polemiche sul parcheggio interrato di piazza Matteotti con i consiglieri regionali di Forza Italia Matteo Rosso e Marco Melgrati all’attacco. “Parliamo – continuano – della realizzazione di posti auto e box in 4 piani interrati, un progetto quindi faraonico, che prevede scavi fino a 13 metri di profondità. Un opera che se effettuata potrebbe creare problemi di interferenza del livello idrico della falda acquifera con il piano di sbancamento. Un dato grave già evidenziato da perizie di esperti”.

“Se poi – continuano i due esponenti del centro destra – si sottolinea che quello di cui si discute sarebbe il quarto progetto che il Comune promuove, i precedenti tre sono stati, tra ricorsi e dinieghi di Regione, fortunatamente bloccati, si comprende che rispetto a questo parcheggio vi sia una sorta di accanimento incomprensibile da parte dell’amministrazione comunale”.

“Noi vogliamo vederci chiaro in tutta questa vicenda: nel momento in cui si cerca faticosamente di ridurre il rischio di disastri idrogeologi, il comportamento così ostinato da parte del Comune di Camogli, che continua nel suo disegno di devastazione del sottosuolo di una parte importante della città, desta preoccupazione e qualche sospetto. Questo cantiere porta con sé problemi urbanistici, di ordine paesaggistico-ambientale e di traffico. Necessario quindi fare i doverosi approfondimenti e capire la posizione di Regione Liguria di fronte ad intervento che a nostro avviso è troppo invasivo e che sottopone a seri problemi di rischio idrogeologico un’intera cittadina, la cui bellezza è apprezzata da tutti”, concludono Rosso e Melgrati.