Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, Serie A2 maschile: Sori batte Quinto, la coppia di testa va in fuga risultati

Sori. In un inconsueto orario serale, il Sori ha battuto il Quinto per 7 a 4. Un risultato che crea un solco tra le due squadre, e di conseguenza tra la seconda e la terza posizione, di ben 6 punti.

Alessandro Cavallini, tecnico del Sori, ha commentato così la partita: “Siamo tutti molto contenti e soddisfatti di questa bella vittoria ottenuta contro una squadra di valore e con una prestazione davvero convincente. Il merito è dei ragazzi ai quali avevo chiesto maggior attenzione rispetto ad alcune ultime uscite e che hanno interpretato bene la partita e fatto le cose che avevamo preparato. Un plauso particolare va al nostro portierone Ferrari e a Manzi: il primo credo sia ancora uno dei più forti portieri in circolazione considerando anche la A1 e lo dimostra ogni giorno in allenamento con la sua professionalità. Il secondo, al pari del primo, è stato finalmente determinante e autore di una prova maiuscola sia in attacco che in difesa. Ma è tutta la squadra che mi è piaciuta: se concedi uno solo gol in tre tempi ad un avversario come il Quinto non può essere solo merito di alcuni ma è il segnale, mi auguro, che tutta la squadra sta maturando. Solo negli ultimi minuti, col risultato comunque già ampiamente al sicuro, qualcuno ha commesso qualche distrazione difensiva di troppo che ha così regalato l’ultimo parziale ai nostri avversari ed in futuro non dovrà più succedere. Andiamo avanti per la nostra strada lavorando settimana dopo settimana contenti ma non appagati per ciò che stiamo facendo. Il campionato è ancora lungo e apertissimo e ci aspettano sfide importanti e altrettanto difficili ma questa classifica ci dà coraggio e motivazioni per continuare ad ambire a traguardi importanti”.

Marco Paganuzzi, allenatore del Quinto, ha dichiarato: “Sconfitta meritata, il Sori ha dimostrato in questo momento di avere più fame di noi. Non posso dire che abbiamo giocato male o che sia mancato l’impegno da parte della squadra ma non abbiamo fatto goal nonostante abbiamo creato tante situazioni a tu per tu con Ferrari ma non c’è stata la cattiveria giusta per buttarla dentro. Purtroppo è una costante e con questa mancanza di determinazione e di fame di vittorie faremo poca strada. Dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa senza proclami ma con quello spirito e quella cattiveria agonistica che hanno sempre contraddistinto le squadre dello Sporting Club Quinto: il campionato è ancora lungo”.

Torna a vincere il Lavagna, che aggancia il Quinto grazie al sofferto successo sul Torino. Il Camogli non è andato oltre il pareggio nella trasferta di Padova. Il Chiavari ha impegnato la capolista Trieste ma non è riuscito ad evitare la sconfitta; l’Albaro Nervi è stato sorpreso a domicilio dall’Imperia. Meglio è andata all’Arenzano, che ha vinto in trasferta con il Brescia Waterpolo. I lombardi sono ancora senza punti; davanti a loro si è formato un quartetto a quota 10. Poco sopra c’è il Chiavari.

Di seguito, i tabellini.

RN Sori – SC Quinto 7-4
(Parziali: 2-1, 1-0, 2-0, 2-3)
RN Sori: Ferrari, Ferrero, Gandini 3, Mugnaini, Cavassa, Cambiaso, Digiesi, Rocchi 1, Vuleta 1, Trebino, Manzi 2, Presciutti, Viola. All. Cavallini.
SC Quinto: Scanu, Castagnola, A. Brambilla, Luccianti, Turbati, Giordano 1, Martinic 2, Palmieri, F. Brambilla, Bittarello, Spigno 1, Pino, Pedrini. All. Paganuzzi.
Arbitri: D’Antoni e Savarese.
Note. Uscito per limite di falli: Trebino nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Sori 3/10, Quinto 2/11 più 1 rigore fallito.

Lavagna 90 – Torino 81 10-9
(Parziali: 0-2, 4-1, 2-1, 4-5)
Lavagna 90: Graffigna, L. Pedroni, Congiu, M. Pedroni 1, Giusti 1, Cimarrosti 1, Oneto, F. Cotella 1, Felugo, Martini 1, G. Cotella, Parisi 5, Casazza. All. Berri.
Torino 81: De Fano, Federici, Cranco 2, Azzi, Maffè 1, Oggiero, Rusiello 1, Vuksanovic 2, Lauria 1, Loiacono 1, Audiberti, Giuliano 1, Carrea. All. Aversa.
Arbitri: Bensaia e Luciani.
Note. Usciti per limite di falli: Cimarrosti e Maffè nel quarto tempo. Espulsi per 21.13 Rusiello e Giuliano nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lavagna 2/9 più 3 rigori segnati, Torino 5/10.

CS Plebiscito Padova – RN Camogli 8-8
(Parziali: 1-2, 2-2, 4-2, 1-2)
CS Plebiscito Padova: Destro, Segala, Tono 1, Gobcevic 3, Savio 1, Barbato 1, Chiriatti, Prete, Zanovello 1, Giliberti, Baldinelli 1, Robusto, Tomasella. All. Posterivo.
RN Camogli: Gardella, Solari, Iaci 2, Antonucci 1, Fondelli, Ferreccio 1, Guenna, Presti, Cocchiere 1, Fracas 1, Licata, Cuneo 2, Gatti. All. Magalotti.
Arbitri: Rotondano e Zappatore.
Note. Usciti per limite di falli: Prete, Tomasella, Iaci e Licata, tutti nel quarto tempo. Espulso per 21.13 Cocchiere nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito 5/16, Camogli 5/13.

Chiavari Nuoto – Pallanuoto Trieste 4-6
(Parziali: 2-3, 0-0, 1-2, 1-1)
Chiavari Nuoto: Cavo, Ferrari, Federici, Mangiante 1, Oliva, Barrile 1, Bonicelli 1, Canessa 1, A. Botto, T.Botto, Ghio, Benassuti, Dinu. All. Federici.
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornic, Petronio 4, Ferreccio, Giorgi, Giacomini, Popovic 2, Mezzaroba, Namar, Berlanga, Spadoni, Lagonigro, Vannella. All. Piccardo.
Arbitri: Calabrò e Sorgente.
Note. Uscito per limite di falli: Canessa nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Chiavari 2/8 più 1 rigore segnato, Trieste 5/11 più 2 rigori di cui 1 segnato.

Albaro Nervi – RN Imperia 5-6
(Parziali: 2-3, 2-3, 0-0, 1-0)
Albaro Nervi: Foroni, Priolo, Ottazzi, Colombo, Tabbiani, Benedetti, Marciano 2, Giusti 1, Capelli, D’Alessandro 2, Vezil, A. Caliogna, E. Caliogna. All. Ivaldi.
RN Imperia: Vasiljevic, Gazzano, Sebastianelli, Ramone, Poracchia, Milani, Ferrari 2, Maglio, Barillari, Somà 1, Rocchi 1, Amelio 1, Parodi 1. All. Fratoni.
Arbitri: Piano e Sponza.
Note. Usciti per limite di falli: Priolo e Barillari. Superiorità numeriche: Nervi 2/10 e Imperia 4/11.

Brescia Waterpolo – RN Arenzano 6-10
(Parziali: 1-3, 1-2, 1-1, 3-4)
Brescia Waterpolo: Voltolini, Scropetta 2, Zugni 1, Lambruschi, Maitini, Cocchi, Pietta, Miotto 2, SeKulic 1, Di Rocco, Sedaboni, Castagnasso, Gosio. All. Sussarello.
RN Arenzano: Agostini, Lottero, Mezzasalma, A. Siri I 3, Mantero, Corio 2, Rubino, Gorezzi, Piccardo, A. Siri II, Tondina, Manzone 5, Bogiano. All. Caltabiano.
Arbitri: Barletta e Verde.
Note. Usciti per limite di falli: Pietta, Di Rocco e Picardo. Espulso nel secondo tempo per proteste Maitini. Superiorità numeriche: Brescia 3/11 più 1 rigore e Arenzano 3/6 più 1 rigore.