Quantcast
Sport

Pallanuoto: la Pro Recco chiude sotto il primo tempo poi ingrana e batte lo Sport Management di Baldinetirisultati

Pro Recco

Sori. Quindicesima giornata: l’anticipo del venerdì sera è il match clou tra la seconda e la quarta in classifica, i campioni d’Italia della Pro Recco e la neopromossa BPM Sport Management. Il successo va ai padroni di casa che, dopo aver chiuso in svantaggio il primo tempo, ribaltano il risultato e si impongono con 5 reti di scarto.

Si parte con mezz’ora di ritardo: il pullman dello Sport Management Verona resta bloccato a causa della neve e il fischio è posticipato alle ore 21, come prevede il regolamento, dopo la richiesta dei trenta minuti di posticipo da parte degli scaligeri.

La partita è equilibrata, combattuta nei primi minuti, ma con il passare delle azioni il potere fisico e atletico dei biancocelesti esce fuori fino alla conclusione della partita, quando la quarta sirena fa fermare lo score sul risultato di 9 a 4 in favore del Recco. L’inizio di match è di quelli davvero tosti: continui capovolgimenti di fronte, nuoto forte e dura lotta su ogni azione. Già dalle prime battute Pro Recco – Sport Management ha il profumo di una gara dalle emozioni forti.

L’agonismo è alto e l’atletismo, per tutto il primo tempo, la fa da padrone; ci pensa Matteo Aicardi di rovesciata, a poco meno di due minuti dalla fine, a sbloccare il risultato andando a segnare per la prima volta in questa stagione davanti ai propri tifosi. Passano tuttavia pochi secondi e la reazione veronese arriva rapida, Bini riceve palla e da distanza ravvicinata fredda Tempesti. Il vantaggio veronese non tarda ad arrivare e Michele Lapenna, dal centro, va a segnare il +1 sullo scadere di tempo.

Inizio di secondo sulla falsariga del primo con tanto nuoto e fisico; ed è proprio in controfuga che la Pro fa male andando a pareggiare i conti con Prlainovic (2-2). Il 3 a 2 per la Pro Recco è un vero capolavoro firmato Francesco Di Fulvio: il numero 8 biancoceleste riceve un assist di pregevole fattura da parte di Prlainovic (l’azione era partita dalle mani e dal cervello del solito Felugo), il pescarese va in cielo a raccogliere la sfera e dopo aver messo a sedere Volarevic, per usare il gergo calcistico, deposita in rete.

Parte il terzo tempo e Giorgetti brucia Luongo sullo scatto, Aicardi e Pijetlovic al centro sono immarcabili e nonostante i raddoppi continui le espulsioni conquistate sono tante, ma la formazione biancoceleste non riesce a concretizzarle. Il primo a riuscirci è Alex Giorgetti che da posizione 4 non perdona Volarevic (4-2).

Passano tre minuti e ci pensa Andrea Fondelli a migliorare la media con l’uomo in più andando a siglare il +3 grazie a una rasoiata diagonale che sorprende l’estremo difensore scaligero sul palo lungo. Adesso la formazione guidata da Igor Milanovic prova a fare il break raggiungendo il massimo vantaggio della gara.

Quarto tempo, quarto scatto sulla palla e quarta conquista Pro Recco. La difesa recchelina è un vero fortino inespugnabile, Milanovic e Milakovic alzano un vero e proprio muro davanti a Tempesti e i sette in acqua non sbagliano un semplice movimento o una singola geometria; se a questo si aggiunge un Tempesti in grande spolvero il risultato è semplice: il Verona per quasi tre tempi non riesce ad andare a rete.

E’ Bini, con l’uomo in più (il primo gol in superiorità nello score scaligero), a superare il numero 1 di casa. Ma la risposta recchelina è immediata e porta la firma di Pijetlovic che dopo aver raccolto l’assist di Gitto scaraventa la palla in porta per il 6 a 3. Razzi accorcia, ma Di Fulvio e Aicardi danno il colpo di grazia: il primo di rapina e il secondo con l’uomo in più.

La gara termina con il Recco che supera lo Sport Management Verona con il risultato di 9 a 4.

Il prossimo appuntamento è di quelli importanti, mercoledì prossimo, in prima serata, andrà in scena Pro Recco-Brescia, gara valida per la qualificazione alla final six di Champions League in programma a Barcellona.

Il tabellino:
Pro Recco Waterpolo 1913 – BPM Sport Management Verona 9-4
(Parziali: 1-2, 2-0, 2-0, 4-2)
Pro Recco Waterpolo 1913: Tempesti, Pijetlovic 1, Prlainovic 1, Figlioli, Giorgetti 1, Felugo, Giacoppo, Di Fulvio F. 2, Figari, Fondelli 1, Aicardi 2, Gitto 1, Pastorino. All. Igor Milanovic
BPM Sport Management Verona: Volarevic, Luongo M., Binchi, Zimonjic, Filipovic D., Di Fulvio A., Ivovic B., Di Fulvio C., Lapenna M. 1, Bini 2, Razzi 1, Sadovyy, Conti. All. Marco Gu Baldineti.
Arbitri: Bianchi e Petronilli. Delegato: Tedeschi.
Note. Superiorità numeriche: Pro Recco 4 su 11, Verona 1 su 7. Uscito per limite di falli Binchi nel quarto tempo.