Quantcast
Sport

Pallanuoto, domani il derby Bogliasco-Rapallo. Cocchiere: “Vogliamo quel quarto posto”risultati

Rapallo Nuoto Vs R.N. Bogliasco

Bogliasco. Un anticipo giusto perché è la partita perfetta per una diretta televisiva, perché si gioca di venerdì 13, evitando il giorno della festa dell’amore, perché alla “Vassallo” non si fanno sconti. Appuntamento alle ore 20, diretta Raisport2, arbitri Castagnola e Riccitelli.

E’ un derby ancestrale, con vari incroci, ma è anche una partita come le altre; lo deve essere per tenere distante il passato. Della partita ne parla una delle giovani, con grande esperienza però negli incontri a livello giovanile. E’ Agnese Cocchiere: il giovane centroboa, figlia e sorella d’arte, dal papà Francesco ai fratelli, di ritorno da un collegiale con la Nazionale, insieme a Giulia Millo, e concentrata come tutto l’ambiente per la partita di venerdì.

Come va? “Bene. Siamo pronte. Per noi è una partita importante, vogliamo quel quarto posto”.

Partita intensa. “Ci vuole concentrazione, sono match difficili dal punto di vista mentale. Giochiamo contro una squadra da sempre avversaria, pallanuotisticamente nemica”.

Quanti derby hai giocato contro il Rapallo? “Impossibile contarli, per me un classico da nove anni. Mi ricordo la scorsa stagione, partita Under 19, in palio la testa della classifica, ho segnato la rete del 9-9 su passaggio di Gaia Lanzoni”.

Il Bogliasco arriva da due vittorie molto importante, quella storica contro l’Orizzonte, e quella nella difficile vasca del Prato. “Contro il Catania abbiamo lavorato tanto, ci abbiamo messo la testa, tatticamente abbiamo sbagliato poco, sfruttato i loro errori, e reagito bene anche all’arbitraggio, adattandoci e cercando di restare concentrate. Contro il Prato loro molto brave a non mollare, noi in calo dal terzo tempo, abbiamo rischiato di pareggiare, poi un gran gol di Dufour a 23 secondi dalla fine e la partita è finita”.

Come è andata in collegiale? “Programma intenso, test, nuoto e palestra. E’ andata molto bene. Spero di partecipare all’Europeo ’98, alla fine di giugno. Vorrei esserci e poterlo vincerlo con le mie compagne”.

Per te gli impegni si stanno intensificando. “Scuola e pallanuoto. Con la Rarirosa campionato e prossimo impegno con la Final Four di Coppa Italia, le giovanile, la Nazionale. E’ un momento molto bello perché sto vivendo tutto e sto giocando molte partite, ma è anche faticoso. Bisogna essere bravi a conciliare”.

Da centroboa, come ti piace segnare? “Il top è la rovesciata, ma il top del top la sciarpa”.

Torniamo al Rapallo, chi si occuperà di te? “Immagino da Abbate, grandissima giocatrice, e Carolina Ioannou ex compagna di Nazionale categoria ’96, ci conosciamo molto bene”.