Quantcast
Sport

Pallanuoto, tra Bogliasco e Rapallo finisce come all’andata: 9 a 9risultati

Rapallo Nuoto Vs R.N. Bogliasco

Bogliasco. Derby di ritorno alla “Vassallo”. Bogliasco e Rapallo sfilano accompagnate dalle bambine ed i bambini del settore aquagol e del sincro della società biancoazzurra. E sarà la piccola Francesca Crovetto, categoria Esordienti A, a danzare tra il seconde e terzo tempo sulle note di “I’m calling you” dalla clonna sonora di Bagdad Cafe. Prima e dopo solo pallanuoto davanti ad un bel pubblico, circa duecentocinquanta spettatori

Partite. Palla al Bogliasco, tiro di Maggi, fuori. Tankeeva riesce a girarsi ma anche lei è imprecisa. Poi quattro minuti di nuoto e di grande lavoro delle rispettive difese. Superiorità numerica per le gialloblù, palo colpito da Abbate. Arriva il primo gol ed è targato Bogliasco: Rogondino da posizione uno, mano sbagliata, Lavi non può nulla. Chiude il tempo il tiro di Cotti, in superiorità, para Falconi.

Secondo tempo. Superiorità a favore del Bogliasco, la palla non entra. Poi arriva il raddoppio: Frassinetti da tre, posizione inconsueta per una delle più forti centroboa al mondo, serie di finte, difesa del Rapallo ferma ed è gol: 2-0. Ancora Bogliasco con Francesca Trucco, alta sull’acqua, posizione molto angolata, senza paura: palla sotto le braccia dell’estremo difensore. Ioannou, serie di finte, tiro sporco ma efficace: il Rapallo si sblocca.

Le ospiti insistono e accorciano ulteriormente con un’azione individuale perfetta di Cotti: entra da quattro, servita con precisione, torsione del busto e palla alle spalle di Falconi. Replica il Bogliasco con il rigore conquistato da Frassinetti e trasformato da Boero. A segno il Rapallo con Sonia Criscuolo, colomba per il 4 a 3. A 57 secondi dal termine della frazione Giulia Millo morde con uno dei suoi tiri: Bogliasco di nuovo sul +2. Poi viene espulsa temporaneamente ed il Rapallo con Ioannou segna. Mancano 10 secondi, Cocchiere conquista un rigore, Frassinetti lo trasforma: 6 a 4 a metà gara.

Cambio campo. Sciarpa di Tankeeva ad accorciare. Di nuovo il Rapallo sotto, ma Falconi chiude la saracinesca. Quadrella di Sessarego ed è pareggio. Superiorità per il Bogliasco: Frassinetti, mano calda, non aspetta, segna e riporta la Rari in vantaggio. La segue Viacava, che rivediamo giocare al centro: 8-6. Il Rapallo non riesce a sfruttare due superiorità. Poi, alla terza, insacca con Abbate.

Ultimo tempo. Espulsione a favore del Rapallo, gol di Ioannou, parità. La rete di Rambaldi riporta le bogliaschine sul +1, quando mancano 5 minuti al termine. Frassinetti al centro, palla perfetta, chiude la difesa. Grande parata di Falconi che toglie una palla che sembrava già dentro su tiro di Ioannou. Superiorità per il Bogliasco ed il Rapallo schiera due giocatrici in porta oltre a Lavi. Falconi stoppa un tiro dalla distanza. Espulsione di Rambaldi, per lei è la terza e non può più rientrare. Ioannou segna il definitivo pareggio: 9 a 9. Le gialloblù sperano ancora ma la difesa locale sventa l’ultima azione d’attacco. C’è ancora il tempo per l’espulsione di Maggi, anche per lei è la terza, esce sulla sirena di fine partita. Risultato finale identico a quello dell’andata.

“Noi non siamo stati brillanti, non abbiamo giocato come avevamo detto – dichiara Mario Sinatra, allenatore del Bogliasco -. Avevamo preparato la partita in un certo modo ma non siamo riusciti a gestirla come dovevamo. Siamo sempre stati davanti ma nei momenti importanti non abbiamo amministrato il pallone come avremmo dovuto. Un pareggio ci sta in un derby, lo avevo detto, 50 e 50, potevamo vincere noi, potevano loro, tutto ed il contrario di tutto. Quello che non va bene e che se lavoriamo durante la settimana in un certo modo, arriviamo alla partita e non siamo lucidi. C’era stato un bel passo in avanti nelle ultime partite, oggi una parte di squadra ha fatto un passo indietro: sono mancati carattere ed atteggiamento”.

“Diciamo che il pareggio generalmente soddisfa a metà, peccato per quell’occasione di Ioannou con Falconi che ha salvato un gol fatto, d’altro canto anche il Bogliasco ha avuto l’opportunità di chiudere la partita in anticipo il match ma le ragazze sono state brave a non farglielo fare: tutto sommato è un punto guadagnato – commenta il tecnico del Rapallo, Luca Antonucci –. All’inizio abbiamo avuto un approccio un po’ sottotono sia in attacco che il difesa, come è già capitato il altre partite, poi ci diamo una scossa a metà match ma questo può essere rischioso: dobbiamo lavorare su questo aspetto. Per il momento l’obiettivo quarto posto resta alla nostra portata, anche se dobbiamo attendere i risultati di domani e in particolare quello del Prato. È un campionato incerto, per quanto ci riguarda l’importante è crescere e andare a giocarcela con tutte le squadre. Poi vedremo che succederà”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Rapallo Pallanuoto 9-9
(Parziali: 1-0, 5-4, 2-3, 1-2)
Rari Nantes Bogliasco: Falconi, Viacava 1, Rossi, Dufour , Trucco 1, G. Millo 1, Maggi, Rogondino 1, Boero 1, Rambaldi Guidasci 1, Cocchiere, Frassinetti 3, Casareto. All. Sinatra.
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Abbate 1, Zerbone, Avegno, Sessarego 1, Zanetta, Tankeeva 1, S. Criscuolo 1, Mori, C. Criscuolo, Cotti 1, Ioannou 4, Risso. All. Antonucci.
Arbitri: Castagnola e Riccitelli,
Note. Superiorità numeriche: Bogliasco 1 su 4 più 2 rigori segnati, Rapallo 4 su 10. Uscite per limite di falli: Rambaldi e Maggi nel quarto tempo.