Quantcast
Sport

Pallanuoto, A1 femminile: il Rapallo accelera nel finale e fa bottino pieno a Cosenzarisultati

Rapallo Nuoto Vs R.N. Bogliasco

Rapallo. Tre settimane dopo il 10 a 8 subito dall’Imperia, il Rapallo riparte con un 10 a 8, questa volta favorevole. Le gialloblù si sono imposte a Cosenza, rafforzando la quinta posizione in classifica.

Primo tempo all’insegna dell’equilibrio. Trascorrono quasi quattro minuti dal fischio d’inizio prima che il risultato si sblocchi. Apre le marcature il Rapallo con la russa Tankeeva. Risponde però il Cosenza a 4’11”, rete di Vitaliti.

Secondo tempo. Le patrone di casa tolgono il freno a mano e vanno a segno per due volte di fila con doppietta di Motta (a 1’24” in superiorità e a 2’14”). Il Rapallo non ci sta e accorcia le distanze ancora con Ekaterina Tankeeva: 3-2. Ancora Cosenza, la rete è di Marani in superiorità.

Dalla parte opposta sale in cattedra l’azzurra del Rapallo Aleksandra Cotti, che centra il bersaglio due volte di fila quando mancano tre minuti a fine tempo. Capitan Sonia Criscuolo, a 7’03”, ha in mano la palla del 4-5 e non sbaglia.

Cambio campo e risultato invariato fino al minuto 4 di gioco, quando Roberta Motta supera Lavi e agguanta il pareggio. E’ la stessa Motta a portare avanti le padrone di casa un minuto più tardi. Sul versante opposto ci pensa la giovane Silvia Avegno a riportare il risultato in parità: 6-6. A 7’34” tegola per il Rapallo: espulsione definitiva della veterana Simona Abbate per limite di falli. A 30 secondi dalla sirena Vitaliti in superiorità segna il nuovo temporaneo vantaggio del Cosenza: si va all’ultimo tempo sul 7-6.

Quarto tempo, pareggia il Rapallo con Cotti, replica per il Cosenza Gil: 8-7. E’ a questo punto che il Rapallo mette la freccia: segnano, nell’ordine, ancora Tankeeva, poi Cotti (poker per lei nel tabellino) in superiorità e infine Bernadette Zerbone che mette il sigillo sulla vittoria.

“E’ una vittoria importantissima, innanzitutto perché conquistata su un campo difficile anche per le condizioni ambientali, con freddo e nebbia che certo non hanno agevolato il gioco nella vasca all’aperto – commenta il tecnico Luca Antonucci -. Alcune decisioni arbitrali ci hanno un po’ penalizzato, vedi i falli fischiati ad Abbate e Ioannou, ma siamo stati bravi ad uscire sulla distanza interpretando al meglio l’ultimo tempo che poi ci ha dato la vittoria”.

Il tabellino:
Città di Cosenza – Rapallo Pallanuoto 8-10
(Parziali: 1-1, 3-4, 3-1, 1-4)
Città di Cosenza: Nigro, Citino, Gallo, De Mari, Vitaliti 2, Gil 1, Marani 1, Nicolai, Garritano, Zaffina, Motta 4, D’Amico, Manna. All. Posterivo.
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Abbate, Zerbone 1, Avegno 1, Sessarego, Zanetta, Tankeeva 3, S. Criscuolo 1, Mori, C. Criscuolo, Cotti 4, Ioannou, Risso. All. Antonucci.
Arbitri: Colombo e Navarra.
Note. Uscita per limite di falli nel terzo tempo Abbate. Superiorità numeriche: Cosenza 4 su 8 più 1 rigore segnato, Rapallo 3 su 10.