Quantcast
Sport

Pallanuoto, A1 femminile: per la prima volte l’Orizzonte è vittima del Bogliascorisultati

Rapallo Nuoto Vs R.N. Bogliasco

Bogliasco. Il campionato riparte dopo tre settimane e la Rari Nantes Bogliasco ritrova il successo, facendo valere la legge della “Vassallo”: nella vasca di casa le biancoazzurre hanno vinto cinque incontri su sei, arrendendosi solamente alla Despar Messina.

La partita comincia con un minuto di raccoglimento in memoria del papà di Giulia Rambaldi.

La prima palla è del Bogliasco. Gran gol di Frassinetti, dal centro, con una beduina. Raddoppia Rogondino. Un paio di espulsione a favore delle catanesi non sfruttate, poi Lombardi decide per una colomba che si ferma alla base del palo. Palmieri accorcia, dal centro: 2-1. Millo in superiorità riporta le locali sul +2. Non molla l’Orizzonte e Riccioli va a segno per il 3-2.

Secondo tempo. Nulla per due minuti poi Grillo in superiorità realizza il 3 pari. L’Orizzonte gioca una zona molto stretta, ha preso le misure, la squadra di casa capisce che bisogna fare qualcosa di più. Ci pensa Rossi con una doppietta; la prima delle due reti è segnata con l’uomo in più. Un paio di belle parate di Falconi cristallizzano il risultato sul 5 a 3. Partita spezzettata ed innervosita da una serie interminabile di controfalli.

Cambio campo. Prima Palmieri e poi Marletta riportano in parità le ospiti. Arriva il gol di Maggi, pesantissimo, in superiorità; poco dopo la imita Viacava e la Rari Nantes torna a +2.

Ultimo tempo. Marletta conquista un rigore, Di Mario lo trasforma. Ancora Maggi ristabilisce le distanze: 8-6. Di nuovo Rogondino, in contropiede, raccoglie la sfera da Falconi e nuota per tutta la vasca, arriva in fondo e nonostante la stanchezza segna: per lei una doppietta dedicata ai genitori, arrivati apposta da Bari. Marletta va a bersaglio per il 9-7. Rigore conquistato da Frassinetti, palo di Dufour. Una parata di Falconi mette il risultato in cassaforte. Prima vittoria, storica, del Bogliasco sull’Orizzonte.

“Non mi voglio lamentare ma faccio fatica a capire gli arbitraggi – afferma Mario Sinatra, allenatore del Bogliasco -. Hanno concesso a loro un gioco esageratamente aggressivo e loro hanno fatto benissimo a fare e non è una critica alla squadra avversaria. Sono contento della reazione delle mie ragazze ma giocare ogni venti giorni sta diventando ridicolo. Poi entreremo in una fase in cui ogni 48 ore scenderemo in acqua. E’ necessario che chi mette mano ai calendari si renda conto della situazione. Tornando alla partita abbiamo fatto qualcosa di buono ma ripeto giocare con così poca continuità è difficile, sembra sempre di essere all’esordio. Comunque mi sono piaciute: hanno giocato e nessuna si è mai tirata indietro, ma abbiamo commesso errori che hanno tenuto in partita le avversarie, avremo potuto chiuderla prima. Anche questo fa parte del nostro essere in crescita”.

Martina Miceli, allenatrice dell’Orizzonte, dichiara: “Complimenti al Bogliasco perché ha strameritato. Una partita avvincente tra due squadre che se la giocano. Un po’ di rammarico per il non essersi adeguate all’arbitraggio da parte della mia squadra. Dalla prima azione si è visto come avrebbero arbitrato: hanno rovinato la partita. Lo commentavamo con Mario Sinatra: se le due formazioni fossero state meno giovani, cioè più smaliziate, sarebbe terminata in rissa. Non si è capito niente, sono stati protagonisti ed hanno rovinato la partita. Nulla toglie al merito del Bogliasco”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Orizzonte Catania 9-7
(Parziali: 3-2, 2-1, 2-2, 2-2)
Rari Nantes Bogliasco: Falconi, Viacava 1, Rossi 2, Dufour, Trucco, G. Millo 1, Maggi 2, Rogondino 2, Boero, Rambaldi, Cocchiere, Frassinetti 1, Casareto. All. Sinatra.
Orizzonte Catania: Harache, Greenwood, Distefano, Di Mario 1, Grillo 1, Palmieri 2, Marletta 2, Battaglia, G. Aiello, Riccioli 1, Lombardo. All. Miceli.
Arbitri: Ceccarelli e Zedda.
Note. Uscita per limite di falli nel quarto tempo Greenwood. Superiorità numeriche: Bogliasco 3 su 7 più 1 rigore segnato, Orizzonte 2 su 8 più 1 rigore fallito.