Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Matrimoni a Genova, calano le richieste di nullità al tribunale ecclesiastico

Genova. Le cause di nullità giunte nel 2014 al tribunale ecclesiastico di Genova sono state 103, 11 in meno rispetto all’anno precedente, ma pare che il fenomeno sia in crescita nel 2015. Il dato è stato reso noto da monsignor Paolo Rigon, vicario giudiziale del tribunale in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. Rigon ha definito questi casi “una goccia rispetto al mare dei matrimoni falliti”.

Come tribunale di prima istanza nel 2014 ha chiuso 133 cause “122 delle quali sono state affermative, solo 3 sono state negative e altre 8 sono state interrotte per cause accidentali o per infondatezza”. Il vicario giudiziale ha ricordato che “tre sono i capi di nullità predominanti nel tribunale di prima istanza: il primo è quello che riguarda problemi psicologici e neurologici nonché l’incapacità grave di assumere e adempiere agli obblighi essenziali del matrimonio, al secondo posto l’esclusione dei figli dal matrimonio e al terzo l’esclusione della indissolubilità, ossia la riserva di separarsi e divorziare se le cose dovessero andare male”.

Il tribunale ecclesiastico di Genova lavora anche come appello del Tribunale ecclesiastico regionale lombardo di Milano. Dalla Lombardia sono arrivate “138 cause, 16 in più dello scorso anno”: ha deciso su 122 cause “per 103 è stata confermata la sentenza affermativa di primo grado”. Di 15 cause giunte negative da Milano, “4 sono state confermate mentre per altre 11 in appello è stato ribaltato il verdetto da negativo a positivo e saranno trattate in terzo grado dal Tribunale della Rota Romana”.