Quantcast
Cronaca

Genova, centinaia di lavoratori in piazza: “Costa non si sposta, ad Amburgo vacci tu” fotogallery

Genova. Agg. ore 13.30: Si è concluso il presidio dei lavoratori di Costa Crociere. Una delegazione è stata ricevuta dal Prefetto Fiamm Spena, che non aveva però informazioni utili, in quanto il vertice romano non è ancora terminato. Secondo informazioni non ufficiali il ministro Lupi avrebbe suggerito l’apertura di un tavolo di trattativa a livello locale con le istituzioni e i sindacati. Questi ultimi hanno chiesto che il tavolo si svolga in Prefettura, in quanto ufficio decentrato del Governo. Al termine dell’incontro romano ci sarà una conferenza stampa del ministro Lupi che riferirà sugli esiti del vertice.

Sono centinaia i lavoratori di Costa Crociere che partecipano all’assemblea aperta alla città sotto le sede della Prefettura di Genova, in concomitanza con l’incontro fra il ministero dei Trasporti Maurizio Lupi e l’ad del gruppo Michael Thamm sull’annunciato trasferimento dal capoluogo ligure di quattro dipartimenti.

Molti dei manifestanti indossano magliette bianche con la scritta “Costa non si sposta”, mentre scandiscono slogan come “ad Amburgo vacci tu”. “Costa è a Genova rimane a Genova”, dicono i lavoratori, che hanno deciso all’unanimità di inviare una lettera ai vertici di Carnival a Miami per denunciare le parole “razziste e intimidatorie” usate dall’ad Michale Thamm nell’annunciare il trasferimento di quattro dipartimenti da Genova ad Amburgo. La lettera è stata letta da uno dei rappresentanti sindacali, che denunciano anche un danno di immagine dovuto alla decisione.

Davanti alla prefettura ci sono anche i segretari regionali e provinciali del Pd Giovanni Lunardon e Alessandro Terrile.