Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tra frane e interventi di ripristino, i segni delle alluvioni in Fontanabuona: tutte le strade ancora chiuse

Fontanabuona. I segni delle alluvioni sono ancora ben visibili sul territorio della val Fontanabuona, particolarmente martoriato dalla forza dirompente della pioggia e dei torrenti.

Al 1° febbraio, infatti, sono tante le strade tutt’ora interrotte. Ecco l’elenco completo stilato dal Comitato Salviamo la Fontanabuona: la sp Neirone è interrotta a Giassina dal 2014, sulla sp Sant’Alberto è deviato l’ultimo tratto sulla comunale a Campi in Comune di Lumarzo dal 2013, la sp San Marco d’Urri è interrotta nel Comune di Neirone dal 2014.

Per quanto riguarda la sp 225 della Fontanabuona, si viaggia a senso unico alternato regolato da impianto semaforico per il vasto cedimento a valle della strada in località Ferriere di Lumarzo dal 2013. La sc via Gazzo nel Comune di Leivi è interrotta per i vari movimenti franosi del 2014. La sc di San Martino del Monte nel Comune di San Colombano Certenoli è interrotta per un vasto movimento franoso dal 2014.

Ma l’elenco non è ancora finito: la sc Basci – Sottanego nel Comune di Cicagna è interrotta per cedimenti della strada dal 2013, la sc via Lanà nel Comune di San Colombano Certenoli chiusa per ripristino nel tratto fra Moggia e Pian Soprano dal 2014. La sc località Re nel Comune di Carasco chiusa per lavori di ripristino dal 2014, mentre la sc località Scagnelli nel Comune di Cicagna è chiusa per cedimento della strada dal 2013. Sulla sc Vignale nel Comune di San Colombano Certenoli si transita a senso unico alternato regolato da impianto semaforico per lavori di ripristino dal 2014.

Infine, il ponte ciclo-pedonale in località Rivarola di Carasco è chiuso dal 2013, mentre quello ciclo-pedonale di Pian di Rocco a Carasco è interrotto per cedimento dal 2014.

Insomma, una situazione ancora ben lontana dall’essere risolta, che desta anche molte preoccupazioni tra gli abitanti della zona.