Quantcast
Sport

Eccellenza: Genova Calcio, i play off sono sempre lì, a portata di mano; Sestrese, col Rapallo vietato fallirerisultati

DSC 3980

Busalla. Un week end calcistico condizionato dalla neve, ha costretto al rinvio, d’ufficio e già stabilito, della gara fra Cairese e Rivasamba, mentre permane il dubbio per il match Busalla-Ventimiglia.

Un’insidiosa trasferta attende il Ligorna, nel “nido” del rapace Quiliano, smanioso di togliersi dalla scomoda posizione di penultimo in classifica. Chi conosce lo spirito delle aquile savonesi, sa con quanta cura, in settimana, avranno affilato rostri ed artigli, per riuscire ad interrompere un digiuno (di vittorie) che si sta protraendo da troppo tempo.

Ne sono consci gli stessi genovesi ed il loro leader, mister Luca Monteforte, che in settimana ci ha dichiarato come il campionato sia “ancora lungo e pieno di insidie dietro l’angolo, la prima da affrontare sul campo savonese”. La conduzione del delicato match è stata affidata al sig. Prior di Ivrea.

L’altro testa-coda, della ventesima giornata, mette di fronte Molassana e Magra Azzurri, con i padroni di casa, che pur privi dello squalificato Madaio, cercano una vittoria, che faccia da trampolino alle restanti partite del girone di ritorno.

Quanto agli uomini di mister Sabatini, dovranno scendere in campo concentrati ed attenti al duo Fezzanese/Imperia, distanziate di cinque punti e con l’handicap domenicale di doversi affrontare in un “vis-a-vis”, che stabilirà la terza forza del torneo.

Entrambe le formazioni si presenteranno, di fronte al sig. Grimaldi di Genova, non al completo : gli spezzini privi dello squalificato Tarchini, mentre sono tre i fermati dal giudice sportivo fra gli imperiesi : il bomber Castagna, Roda e lo stesso mister Bocchi, tutti a guardare la partita dalla tribuna dell’Armenta di Fezzano.

C’è grande attesa al “Broccardi” di Santa Margherita Ligure, per il confronto tra la Samm ed il Finale, quest’ultimo imbattuto da cinque turni; gli uomini di Camisa devono riscattare il tris di reti subito ad opera del Ligorna, mente i finalesi di Villa (cui mancheranno gli squalificati Porta, Puddu e Zuloagua), sullo slancio della positiva striscia di risultati, vogliono tirarsi fuori dalla griglia dei play out.

Reduce da due pareggi esterni, il Genova Calcio di Maisano affronta al “Ferrando” una Veloce, ringalluzzita dal poker di reti inflitte alla Sestrese; Memoli e compagni sono la miglior difesa del torneo, ma la squadra stenta in fase realizzativa (solo il Molassana ha fatto peggio), per cui – se si vuole ambire ai traguardi che contano – la “conditio sine qua non” è il trovare una maggior confidenza con la via della rete.

Punti pesanti in palio al “Piccardo”, dove i padroni di casa della Sestrese sono chiamati ad una prova d’appello, che dia una scossa alla deficitaria situazione di classifica. Ad Anselmi, per carisma e capacità nel decidere le situazioni difficili, il compito di trascinare i compagni verso una vittoria scaccia crisi, con un Rapallo non del tutto tranquillo, considerato che la zona play out, alle sue spalle, dista solo cinque lunghezze.