Quantcast
Sport

Calcio, Eccellenza: il Ligorna cala il tris e la Samm va al tappeto, la Sestrese perde il match salvezza con la Velocerisultati

Finale Vs Ligorna

Genova. Ci mette mezz’ora il Ligorna ad archiviare la pratica Sammargheritese, segnando tre reti che mandano al tappeto i tigullini. I ragazzi di Monteforte sono tornati ad essere quelli ammirati nel girone d’andata, facile dire che dalla coffa del loro veliero si vede già all’orizzonte il porto di destinazione: la Serie D.

Resiste solo un tempo (terminato 1-1) il Busalla di Cannistrà, poi nella ripresa il bomber del torneo, Lamioni, prende per mano il Magra Azzurri e con una doppietta spiana la strada ai suoi compagni, consentendo agli spezzini di mantenere salda la seconda posizione, con cinque punti di vantaggio su Fezzanese e Imperia, in coabitazione sul terzo gradino della classifica.

Continua la marcia della Fezzanese di mister Ruvo, che è andata ed espugnare l’Andersen, campo di casa del Rivasamba, al termine di un match combattuto, che ha visto prevalere gli spezzini per 2-1; decisivo il goal messo a segno da Grasselli ad un quarto d’ora dal termine.

Mezzo passo falso dell’Imperia, che si fa imporre il pari casalingo dal Molassana, sprecando così l’occasione di rimanere più vicino al Magra Azzurri. Unica scusante per i nerazzurri è il fatto di essere rimasti in dieci uomini, dopo solo 25 minuti, per l’espulsione comminata all’ottimo Castagna. Nonostante l’inferiorità numerica, l’Imperia è riuscita a passare in vantaggio con Rovella, facendosi, però, raggiungere nel secondo tempo da Tabiolati.

Secondo pareggio consecutivo, in trasferta, per il Genova Calcio, fermato sul risultato ad occhiali (0-0) da un Finale sempre più convincente. Il team di Maisano è ora a tre punti dalla terza piazza, mentre i rivieraschi portano a cinque la striscia positiva di risultati.

Colpo gobbo della Cairese, che espugna il “Macera”, mettendo alle corde un Rapallo lontano parente di quello d’inizio torneo; Boveri e Pizzolato sono i protagonisti dell’importante successo dei valbormidesi, mentre i ruentini, ancorché la loro classifica sia ancora tranquilla, devono darsi una regolata, se vogliono evitare di farsi raggiungere dalle squadre attualmente in ritardo.

Cade il Quiliano sul terreno di un Ventimiglia, che ha trovato il passo giusto per uscire dalla crisi; i savonesi – passati in vantaggio con Damonte – si illudono di potercela fare, ma devono subire la veemente reazione di Principato e compagni, che dapprima pareggiano con Galiera e poi – nella seconda frazione di gioco – trovano in Lamberti il match winner dell’incontro.

La Veloce vince il match salvezza con la Sestrese e lo fa in modo perentorio (4-1), giocando una partita perfetta. Girgenti, Giannone, Salis e Pagano mettono la firma sul prezioso successo, che consente loro di scavalcare Anselmi e soci, adesso relegati al terz’ultimo posto.