Quantcast
Cronaca

Brignole, l’allarme dei genitori della Parini-Merello: “Aprite quel cancello prima che qualche ragazzo finisca nel Bisagno” fotogallery

Genova. C’è un cancello accanto all’uscita della metropolitana di Brignole che consente di passare sull’altra sponda del Bisagno attraverso un passaggio pedonale, creato e messo in sicurezza con la realizzazione della metro. Un passaggio che consente di accorciare di parecchio il percorso di chi da Borgo Incrociati, immediatamente dopo il tunnel, vuole muoversi verso San Fruttuoso.

Peccato che il cancello, nuovo, così come il passaggio, sia chiuso a chiave. Succede così che gli studenti della scuola media Parini Merello che arrivano da corso Montegrappa o escono dalla metropolitana per andare a scuola anziché allungare fino al ponte di Castelfidardo, scavalchino il cancello, con il pericolo di finire direttamente dentro il Bisagno.

“Parecchi genitori mi hanno pregato di fare una segnalazione – spiega Francesco Giambruni – perché questo cancellato è l’unico ostacolo a un passaggio già creato e in sicurezza. Abbiamo già fatto la segnalazione prima di Natale con tanto di firme dei genitori che hanno i ragazzi alla Parini Merello di corso Galilei perché tra l’altro se uno si mette lì alle otto meno un quarto vede i ragazzini che escono dalla metropolita e scavalcano questo cancelletto per passare dall’altra parte rischiando di finire giù”.

Un passaggio “estremamente utile perché mette in collegamento il centro con San Fruttuoso per chi arriva da Brignole. E sarebbe anche un intervento a costo zero perché ci sarebbe solo da aprire il cancello chiuso a chiave” dice Gianbruni. Ma le richieste di cittadini e genitori al momento non hanno avuto risposta: ”
La segnalazione oltre che al Municipio l’abbiamo fatta anche alla direzione mobilità del Matitone con tanto di foto correlate ma nessuno ci ha fatto sapere nulla”.

Ma probabilmente la lettera è stata inviata al destinatario sbagliato perché, se in un primo tempo sembrava che l’area, di proprietà di Ferrovie dello Stato, fosse tuttora in concessione al Comune di Genova, in realtà nel febbraio del 2014, al termine dei lavori per la realizzazione della fermata della metropolitana di Brignole, l’area e le annesse chiavi, sono state riconsegnate da Ansaldo- Metro Genova a Rfi.

L’assessore alla Mobilità e ai trasporti Anna Maria Dagnino spiega però che, se esiste un problema di sicurezza, è disponibile a fare da tramite con Ferrovie per risolvere la questione: “Se mi arriva una segnalazione posso attivare un dialogo con Rfi per evitare che quel passaggio costituisca un pericolo all’incolumità dei ragazzi” conferma Dagnino. Se non sarà possibile aprire il cancello, la soluzione alternativa potrebbe essere quelle di realizzare una struttura che impedisca a tutti gli effetti lo ‘scavalcamento’.