Quantcast
Sport

Basket, Serie C nazionale: l’Abet Bra ha la meglio allo sprint sul Cus Genovarisultati

Cus Genova Basket

Genova. Terza sconfitta consecutiva per il Cus Genova, nella trasferta di Bra, questa volta con qualche attenuante dovuta alla condizione fisica non ottimale di parecchi elementi del roster universitario.

Con Dufour presente in panchina per onor di firma (l’ecografia di oggi dovrebbe dire di più sui tempi di recupero dal malanno muscolare), un Mangione dolorante al ginocchio (menomato e deficitario al tiro con un 1 su 10 complessivo) e Macrì che ha unito i postumi della botta alla tibia a un malessere gastrico sofferto nella seconda metà della gara, i biancorossi hanno lottato contro un avversario non irresistibile e che si è presentato anch’esso incompleto, ma non sono andati oltre una sconfitta in volata che rappresenta un brodino, limitandosi a salvare la differenza canestri del doppio confronto.

La contemporanea vittoria di Serravalle a Trecate fa scalare i cussini di una posizione in graduatoria e ora le prossime tre partite (contro Loano, Moncalieri e Alessandria) saranno decisive per definire la posizione di classifica che presumibilmente i genovesi occuperanno a fine campionato.

Il primo periodo è caratterizzato da molte palle perse su entrambi i fronti, causate da una difesa braidese che raddoppia il portatore di palla appena superata la metà campo, attaccata con inusuale frenesia dai genovesi i quali riescono dall’altra parte a tenere in difesa senza subire l’ormai solita imbarcata dei primi 10 minuti; si segna con il contagocce, e come se non bastasse Genova litiga molto anche con le percentuali ai tiri liberi: il risultato è un modesto 17-11. La musica non cambia nel secondo quarto nonostante Genova aumenti ulteriormente la pressione difensiva, le percentuali da tre sono bassissime (1 su 18 totale per le due squadre all’intervallo) e il parziale del secondo periodo dice 12-10 per i liguri.

Al rientro dall’intervallo Genova sembra riuscire a prendere in mano l’inerzia della partita: un canestro di Baiardo dà la parità al quinto minuto (33-33) e due triple in fila di Bigoni e Baiardo danno il massimo vantaggio al nono (43-49); due liberi di Cortese e un gioco da tre punti di Vitali lasciano Bra in scia (48-49 a fine terzo quarto).

L’allungo di Bra nel quarto periodo si concretizza con la tripla del +7 firmata Baruzzo (65-58) a 1’59” dal termine. Come nell’incontro di andata la reazione genovese degli ultimi due minuti porta ad una difesa arcigna che lascia a secco gli avversari arrivando al -2 (assist di Macrì per l’alley-oop di Bigoni) a 9″ dal termine (65-63).

Inizia la girandola di falli e di tiri liberi: Tarditi fa 1 su 2 lasciando un possesso pieno di vantaggio ai suoi con 6″ secondi sul cronometro; la rimessa genovese vorrebbe liberare Bigoni per una tripla ma Bra commette fallo mandando il lungo genovese in lunetta. La mano non trema e il 2 su 2 riporta Genova al -1 (66-65). Fallo immediato su Vitali che fa 1 su 2 a 3″ dalla fine: time-out genovese per agguantare il supplementare con un tiro da dentro l’area ma la difesa piemontese si chiude riempiendo gli spazi e il passaggio dentro di Macrì viene intercettato da Vitali che mette la parola fine alla partita.

Il tabellino:
Abet Laminati Bra – Cus Genova Basket 67-65
(Parziali: 17-11; 27-23; 48-49)
Abet Laminati Bra: Gramaglia 2, Vitali 20, Baruzzo 17, Draghici 5, Cortese 6, Tarditi 9, Baratta ne, Cagliero 8, Botteo, Giuggia. All. Abbio.
Cus Genova Basket: Bestagno 2, Bigoni 14, Baiardo 16, Bedini 15, Patria 7, Gorini 4, Dufour ne, Mangione 2, Macrì 3, Meroni 2. All. Maestri – Pansolin – Toselli.
Arbitri: Longhini (Alessandria) e Regis (Cigliano).

Note. Uscito per cinque falli: Cagliero (33-31, 26°). Statistiche del Cus Genova: 21/45 tiri da due, 3/19 tiri da tre, 14/22 tiri liberi, 44 rimbalzi (Bigoni, Bedini, Patria 9), 7 assist (Bigoni 3), 8 recuperi (Patria, Macrì 2).