Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket, Serie A2: aLmore Genova in trasferta a Santa Marinella risultati

Due punti per continuare ad inseguire il secondo posto

Genova. L’aLmore Genova, dopo la pesante sconfitta interna contro la capolista Magika, è chiamata ad un pronto riscatto, in trasferta, contro la formazione laziale Valentino Auto Santa Marinella, oggi alle ore 18.

Una trasferta insidiosa per le ragazze di coach Grandi e non solo per gli aspetti logistici: la formazione guidata da Daniele Precetti è molto solida, si è qualificata alla poule Promozione come quarta classificata nel girone C, giocandosela però alla pari con formazioni competitive come Magika, Libertas Bologna ed Ariano Irpino.

Recentemente ha perso Costanza Giorgi, tornata in Serie A1 al Cus Cagliari, e Carolina Scibelli, trasferitasi la scorsa settimana alla Libertas Bologna, ma nonostante tutto le laziali nelle prime quattro partite della poule Promozione hanno disputato ottimi incontri, sovrapponibile a quello dell’aLmore Genova: vittoria contro Vicenza, sconfitte con Torino, Crema e Magika, incontri tutti risoltisi “in volata”.

La differenza sostanziale sta proprio negli incontri contro la capolista, con la formazione di Santa Marinella sconfitta di soli due punti e le rosanero invece costrette a subire un pesante passivo.

Si sa, però, che ogni partita fa storia a sé e le giocatrici dell’aLmore Genova sono anche perfettamente consapevoli che questa è probabilmente l’ultima occasione per restare in corsa per il secondo posto, che darebbe l’accesso alla finale playoff.

La sconfitta subita dalla Piramis Torino a Vicenza, non solo ha dimostrato, ammesso che ce ne fosse bisogno, l’assoluta competitività di tutte le formazioni che prendono parte alla Poule Promozione, ma ha anche riaperto i giochi per tutte le formazioni.

La classifica è eloquente: dietro Magika (a punteggio pieno a quota 8), ci sono Crema (6 punti), Torino (4 punti), aLmore Genova, Vicenza e Santa Marinella appaiate a quota 2.

In questo turno il big match sarà quello che oppone la Piramis Torino alla Tecmar Crema: in caso di vittoria delle torinesi il secondo posto, al termine del girone di andata, sarebbe lì a due soli punti dalla vincente tra Santa Marinella e aLmore Genova, con i cinque turni di ritorno ancora tutti da disputare.

E’ quindi un’occasione ghiotta per le ragazze di coach Grandi: nessuno chiede loro miracoli, l’assenza prolungata di Alessandra Visconti non solo toglie alle rosanero l’importante apporto della lunga torinese ma costringe la squadra a doversi schierare con giocatrici adattate in ruoli non abituali.

Ciò non toglie però che la squadra possa e debba giocare le sue chances, senza timori riverenziali ma, soprattutto, senza l’arrendevolezza mostrata nell’ultimo turno contro la capolista.

E su questo il presidente Besana è stato molto chiaro con le sue giocatrici: “Siamo perfettamente consapevoli delle difficoltà determinate dalla ‘sfortuna’, ma questo non può e non deve essere un alibi di comodo per nessuna. So metabolizzare perfettamente le sconfitte, a ciò sono stato allenato dalle diverse stagioni meno brillanti rispetto alle ultime in termini di risultati. Non potrei però tollerare un’altra prestazione così deludente sul piano del carattere. Poi, se si vince, allunghiamo e non di poco pathos e divertimento…”.

Altrettanto esplicito coach Grandi: “Ci sentiamo in debito, nei confronti del presidente e dei sostenitori. La partita con Magika è archiviata, ma nessuno di noi, me per primo, ha dimenticato lo smacco subito. Vogliamo il riscatto, consapevoli delle difficoltà, ma anche del fatto che la sconfitta di sabato deve aver contribuito al superamento dei nostri limiti. E vogliamo cancellare quella prestazione pallida nella quale tutti siamo stati coinvolti, senza alcuna distinzione. La settimana è stata complessa, per acciacchi e guai vari, ma gli spunti tecnici e psicologici che abbiamo tratto dalla sconfitta di sabato ci devono portare a dare il massimo”.