Quantcast
Sport

Basket, aLmore Genova: non basta una grande prova, Torino la spunta ancorarisultati

AlMore Genova Vs Mercede Alghero

Genova. Esordio di fuoco per l’aLmore Genova nella poule Promozione di Serie A2. Al PalaDonBosco arriva la corazzata Fixi Piramis Torino, prima nel girone e favorita per la vittoria finale.

Genova si presenta alla palla a due con un quintetto leggerissimo: Diene da cinque, con Principi, De Scalzi, Bozic e Costa. Primo canestro delle piemontesi, al termine di una bella azione di squadra, con un piazzato della nuova tesserata Ntumba (insieme a Puliti, i tardivi regali di Natale per coach Petrachi).

Per l’aLmore, dopo due palle perse, 2-2 firmato Principi in contropiede, un manifesto del piano gara: al 5° minuto è 13-7 e i rimbalzi che non arrivano costringono al time-out le ospiti. La pausa produce gli effetti sperati dalle piemontesi: l’aLmore accelera, sbagliandola, qualche conclusione di troppo, e dopo dieci minuti è parità a quota 15.

La gara risente della posta in palio e si segna con il contagocce: al 14° il tabellone recita 17-15 (gol di De Scalzi sulla sirena dei 24″). Due azioni in fotocopia valgono 5 punti per Coen (18-20), che sul fondo gode di eccessiva libertà. Risponde con analoga moneta Bozic, già in doppia cifra: 29-25 all’intervallo lungo, con Vanin a 7 rimbalzi catturati e 14 palle perse per Torino.

Ntumba apre anche la seconda metà, finalizzando un bel gioco alto-basso; cinque in fila di una tentacolare Principi (chiuderà con 9 punti, 9 rimbalzi e 9 palle recuperate) sono una boccata d’ossigeno in un parziale di 12 punti ospiti in poco più di quattro minuti. Il tappo, posizionato su entrambi i canestri, viene tolto, dopo 200 secondi di digiuno, prima dalla bomba di De Scalzi, poi dall’appoggio di Coen, che fa valere i centimetri in area e chiude il terzo tempino sul 37-39.

Domizi vanifica una bella stoppata di Diene in avvio di ultimo quarto segnando da tre; con 5 punti di vantaggio anche Torino si piazza a zona. Come due settimane fa, O’Rourke timbra ancora da dietro l’arco (37-45). Ma quando tutto sembra finito, capitan De Scalzi scuote l’ambiente rosanero: stoppa Coen e fornisce l’assist a rimorchio per Vanin, ciliegina sulla miglior prestazione stagionale della lunga.

Bozic spaventa Torino con una striscia di 5 punti (44-45) ed è ancora time-out ospite. Quarta, autentico mvp di serata, da tre anticipa la sirena dei 24 e dalla lunetta riporta a +5 la Piramis; altrettanti falli costringono Bozic alla panchina due minuti in anticipo. A cento secondi dalla fine, con l’aLmore in bonus già dal quarto minuto, arriva il primo fallo a favore di Genova: sfondamento di Ntumba.

La bomba di Diene riporta a un solo possesso, Torino segna di nuovo a fil di sirena; replica Diene dalla lunetta (49-52 a 42″ dalla fine) e Quarta completa la sua serata perfetta raggiungendo il ventello personale.

Torino vince, come da pronostico. Ma la fatica fatta a Genova suggerisce come l’aLmore possa essere ancora protagonista in questo finale di stagione.

Il tabellino:
aLmore Genova – Fixi Piramis Torino 49-56
(Parziali: 15-15; 29-25; 37-39)
aLmore Genova: Bozic 15, Carbonell, Bianchino ne, Diene 12, Vanin 2, Battifora ne, Facchini ne, Policastro ne, Sansalone ne, Principi 9, De Scalzi 5, Costa 6. All. Grandi, ass. Brovia.
Fixi Piramis Torino: Rosso, Riccardi 4, O’Rourke 5, Puliti, Quarta 20, Coen 9, Domizi 3, Salvini 4, Ntumba 11, Santuz. All. Petrachi, ass. Comba.
Arbitri: Di Franco (Siziano) e Somensini (Manerba del Garda).
Note. Uscita per cinque falli Bozic (38°, 44-49). Tiri liberi: Genova 8/10, Torino 10/15.