Quantcast

Bolkestein e canoni demaniali, balneari verso una svolta: Cascino convocato dal Ministero dell’Economia

Spiaggia mare Loano

Liguria. Spiragli di luce all’orizzonte per i balneari liguri, visto che si prospetta una svolta per il superamento della Direttiva Bolkestein, il riordino dei canoni demaniali, la semplificazione e la soluzione di tutte le problematiche che privati e pubblica amministrazione incontrano nella gestione amministrativa del demanio marittimo.

Gabriele Cascino, assessore al Demanio della Regione Liguria, capofila del comparto nell’ambito della Conferenza delle Regioni, dopo l’incontro con il direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi di giovedì scorso, è stato convocato al Ministero dell’Economia e Finanze dal sottosegretario Pier paolo Baretta con delega al Demanio. L’incontro è in programma giovedì 12 febbraio a Roma, nella sede del Mef in via XX Settembre.

“L’incontro dovrà servirà a condividere l’annunciato intervento del governo, attraverso una legge-quadro, non solo per superare la Bolkestein, nella parte turistica e balneare che nel 2020 imporrà l’asta delle concessioni, ma per avviare una vera e propria riforma dell’intero sistema dei canoni demaniali, un passaggio, credo, molto importante”, spiega Cascino.

Nel frattempo, per quanto riguarda la Liguria, l’assessore ha convocato i rappresentanti dei balneari e degli operatori a una assemblea pubblica per fare il punto della situazione del comparto in vista della riunione romana, martedì 10 febbraio, alle 17,30, nel salone della Camera di Commercio di Imperia.