Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arrestato a Lavagna, inneggiava alla Sharia: espulso integralista franco-tunisino

Più informazioni su

Genova. Sahbi Chriaa, 37 anni, tunisino nato a Montreuil e residente a Bordeaux, arrestato il 10 gennaio scorso per resistenza alla polizia che lo ha fermato mentre era in auto con una prostituta a Lavagna, è stato espulso dall’Italia perché “persona indesiderata”.

La proposta di espulsione, basata anche su una nota dell’Aise dove si sostiene che il tunisino aveva radicalizzato la propria fede islamica in carcere a Nanterre, durante la reclusione per un tentato omicidio, è stata avanzata da questore e prefetto di Genova ed è stata accolta dal giudice. Tra l’altro, Chriaa sarebbe stato sentito inneggiare alla Sharia nel carcere genovese di Marassi tanto che è stato posto in isolamento. Un fatto segnalato dalla direzione del carcere alla questura di Genova.

Chriaa, che ha detto di essere in Italia in vacanza e di voler andare a Pisa e Firenze, sarà accompagnato alla frontiera dalla polizia dopo il processo per direttissima che si celebra domattina a Genova. Chriaa è infatti accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti a offendere. Nella sua auto è stato trovato un coltellino realizzato con una spatola, un tagliacavi, un piede di porco e una piccola ascia oltre a un pc.

Sahbi Chriaa non ha voluto presenziare all’udienza davanti al giudice che ne ha disposto l’espulsione coatta, ma tramite i suoi avvocati Gianfranco Pagano e Valentina Traverso ha fatto
sapere di voler “rientrare quanto prima in Francia”. Gravato da alcuni precedenti penali per furto con scasso, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale e tentato omicidio di un coetaneo in una discoteca di Nanterre, Chriaa ha scontato la sua pena nel carcere della città dell’ Hauts-de-Seine dove si trovano alcuni integralisti islamici assistiti tra l’altro da un ‘cappellano’
musulmano. Fino all’allontanamento dal territorio nazionale resterà in isolamento in carcere a Marassi.